Bookcity e i suoi 800 eventi

BookCity Milano. Ph. Yuma Martellanz

Torna dal 22 al 25 ottobre la IV edizione di Bookcity Milano, pronta a disseminare la città di eventi, incontri, spettacoli e reading per avvicinare ancora di più il pubblico al piacere della lettura. Si comincia con il conferimento del sigillo della città a Isabel Allende.

di Marilena Roncarà | 5 ottobre 2015

Tra i vari primati di questo 2015, Milano vanta anche il fatto di essere stata eletta “città del libro”, con il preciso obiettivo di realizzare un vero e proprio patto per la lettura, un’occasione di contatto e di conoscenza fra i lettori e chi scrive, produce, vende, presta, conserva e legge libri. E quale migliore evento per concludere quest’anno così speciale che l’edizione 2015 di Bookcity?
Per accompagnare la chiusura di Expo, la celebre kermesse dedicata ai libri e alla lettura, gioca infatti d’anticipo e torna dal 22 al 25 ottobre, a inondare la città con oltre 800 eventi, in 200 sedi, con 1700 protagonisti e circa 250 volontari. Sembrano numeri da capogiro ma per non perdersi tra gli eventi in cartellone è bene individuare i poli tematici a cui si è più inclini: tra arte, bambini, cinema, culture, digitale, esposizioni universali, fotografie, poesia, scienza, mafie, sostenibilità, musica, viaggi (solo per citarne alcuni), per poi gettarsi a capofitto in alcuni dei vari eventi proposti.

Del resto la forza detonatrice di Bookcity è l’inclusione, qualcosa che fa esplodere il cuore della città, pure rivelandola nei sui tanti spazi nuovi: da qui la presenza di location come il Mudec, la Casa della Memoria, l’appena inaugurato Laboratorio Formentini per l’editoria, la Fondazione Catella, l’Expo Gate e l’Area ex Ansaldo; senza dimenticare il Castello Sforzesco, che come lo scorso anno, fungerà da cuore pulsante di tutta la manifestazione, con la libreria e gli oltre 9000 volumi presentati nei giorni della kermesse, ospitata nel suo cortile delle Armi. Come di consueto al Castello si affiancano tantissimi spazi della città metropolitana: biblioteche, librerie, cortili, università, teatri, carceri e ospedali, in un mix di spazi insoliti e sedi prestigiose.

BookCity Milano,bookcrossing. Ph. Yuma Martellanz

BookCity Milano,bookcrossing. Ph. Yuma Martellanz

Tra gli ospiti sono molte le presenze di caratura internazionale: da Herta Müller, premio Nobel  per la letteratura 2009 per la “concentrazione della poesia e la franchezza della prosa, con cui ha dipinto il paesaggio degli spodestati”, protagonista il 25 ottobre alle 15:30 all’incontro in programma al Castello Sforzesco (Sala Viscontea); a Abram Yehoshua che sempre il 25 ottobre, ma alle 11, al Teatro Franco Parenti presenta il suo “Ritratto di donna a Gerusalemme”. Mentre un giorno prima, il 24 ottobre, alle 11, all’Auditorium del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (al 21 di via San Vittore) l’appuntamento è con Luis Sepùlveda racconta, un incontro tra lo scrittore di origini cilene e lo speaker radiofonico Luca Crovi. Qui potete avere un’idea più precisa di tutti i protagonisti di #BCMI2015 in ordine alfabetico.

L’inaugurazione di questa quarta edizione di Bookcity Milano (nella serata di giovedì 22 ottobre) vede protagonista Isabel Allende che, nell’all’Area ex Ansaldo riceverà il Sigillo della Città dalle mani del sindaco Giuliano Pisapia e dialogherà con la vice direttrice del Corriere della Sera Barbara Stefanelli nell’incontro “La magia della scrittura”.
La chiusura della kermesse è, invece, affidata, (domenica 25 ottobre) a Claudio Magris in dialogo con Ferruccio De Bortoli (appuntamento alle 21, al Teatro Franco Parenti). In mezzo tantissimi eventi, da quelli dedicati ai più giovani con (Bookcity Young), al progetto scuole, alla riflessione sul sociale, al Club dei Lettori forti, ai tanti eventi dedicati alla poesia (su tutti citiamo l’appuntamento che Parole Note Live dedica a Pablo Neruda al Castello Sforzesco, alle 16:30 del 25 ottobre), ma per il programma completo vedete qui.

Altra novità di questa edizione è che per consolidarne ancora di più l’attività, il comitato promotore si trasformerà a breve nell’Associazione Bookcity Milano, con un proprio statuto e una propria organizzazione. L’obiettivo resta sempre provare a riflettere su quello che siamo, con l’obiettivo di diventare cittadini oltre che essere umani più consapevoli e per quel che è possibile, migliori.

 

Bookcity Milano
23 – 25 ottobre

In apertura: Bookcity Milano, bookcrossing. Ph. Yuma Martellanz.

BookCity Milano 2015

Commenti

commenti

Be first to comment