Saluti da Milano

Aperitivo milano

Oggetto oggi desueto ma affascinante, la cartolina è stata scelta per raccontare la propria città da un fotografo, una photo editor, una copywriter e due designer. Il progetto fotografico si chiama A-Z Milano e racconta attraverso 21 immagini di Federico Ciamei e altrettante filastrocche in rima di Ilaria Russo la capitale meneghina. A ogni foto corrisponde una lettera, iniziale di una parola chiave che descrive un particolare della città: c’è la F di fretta, la G di grigio, la M di moda e la T di tram. Un racconto di Milano per immagini, ma anche una guida come un vecchio abbecedario: è questa l’idea del gruppo di lavoro 150UP curato da Sara Guerrini che ha “ridotto” la città in 21 soggetti emblematici ed evocativi.

testo di Carolina Saporiti – foto di Federico Ciamei

 

A – Per esser milanese non servono pretese ma solo un distintivo: “fare l’aperitivo”.
M – A Milano fai la coda non per prendere la soda, o per fare un giro in Škoda: tutti quanti la si loda, dai, in breve: è la moda!
S – Mi ricordo, era una vera sciura proprio elegante, una bella gura, che make-up, che abbronzatura e non vi dico la capigliatura!
D – C’era una volta un uomo preso a colpi di Duomo: certo, era in miniatura ma che “rebelòt”, che paura!
G – Grigio l’asfalto, grigio il piccione: oh Gesù, che preoccupazione! Niente paura, ci metto il colore e la vita si tinge d’ardore.
F – Dove andate in tutta fretta trascinando la valigetta? «Ma che dici, è un valigione: si sta scappando in Stazione, e poi a Milano si cammina veloce tanto è in pianura, mica è una croce».

 

Portfolio29_boxIl Team
Federico Ciamei, romano adottato da Milano, ama fotografare le persone con talenti insoliti e sogni impossibli. 150UP è uno studio di design fondato da Davide Colla che insieme a Silvia Lanza ha vinto l’IF Design Awards e Awwwards. Sara Guerrini ha lavorato come photo editor e oggi insegna allo IED. Ilaria Russo è la mente dietro le filastrocche che spiegano le immagini: copywriter da oltre 20 anni, è una vera appassionata di italiano.
azmilano.com

 

Commenti

commenti

Be first to comment