Gianni Piacentino, veduta della mostra. Foto Delfino Sisto Legnani Courtesy Fondazione Prada