Bèsame Mucho sotto i grattacieli

Far scoprire la vera cucina messicana contemporanea, senza nachos e burritos, ma piatti che esprimono la cultura culinaria di questa terra: apre Bésame Mucho il ristorante spin off di Expo che trova un nuovo indirizzo sotto i grattacieli di Gae Aulenti.

di Antonella Armigero | 15 dicembre 2015
foto di Marilena Roncarà

È stato uno dei ristoranti più frequentati a Expo, situato sulla terrazza del Padiglione Messico: Bèsame Mucho continua la sua avventura spostandosi in città, in piazza Alvar Aalto nel nuovo quartiere di Porta Nuova. Finita l’Esposizione Universale molte realtà nate in questo periodo stanno trovando una nuova ricollocazione, tra cui anche questo ristorante, che ha come missione quella di far assaggiare i sapori autentici del Messico, senza rivisitazioni tex mex a cui siamo abituati, ma interpretando in chiave contemporanea piatti della tradizione, anche grazie ai 30 giovani chef che si alterneranno alla guida.
Ci raccontano che questo progetto è nato per educare gli italiani al gusto messicano, ai profumi e ai sapori autentici di questa terra: infatti qui ogni cosa viene dal Messico, dalle spezie ai condimenti ai diversi tipi di peperoncino, oltre agli avocados e, ovviamente, anche al personale.

Una nuova location, un nuovo allestimento ma soprattutto numeri diversi. Dimentichiamoci i 700 coperti al giorno del ristorante di Expo, qui saranno a disposizione 80 posti a sedere, in un locale di 350 metri quadri, diviso in tre zone: ristorante, taqueria e cocktail bar.
L’atmosfera è elegante e raccolta e si ispira solo in parte al primo ristorante, infatti Ricardo Casas, architetto di Città del Messico che ha curato l’allestimento, ha puntato su colori caldi e luci soffuse, con richiami al suo paese d’origine: un esempio è il grande lampadario centrale composto da tante Acapulco Chair, sedie di design, coloratissime in plastica e metallo, realizzata sin dagli anni ’50. Sedie che ritroviamo anche nella parte esterna del locale, su cui è possibile accomodarsi per un cocktail.

Bèsame Mucho - foto Marilena Roncarà

Bèsame Mucho – foto Marilena Roncarà

Un contenitore moderno con vista sulla piazza, il Pavilion e il Bosco Verticale, che unisce le linee pulite ed essenziali a elementi dal gusto etnico, come i piatti in ceramica azzurra, i bicchieri e le posate realizzate appositamente per Bèsame Mucho da artigiani messicani. Le proposte culinarie accompagnano gli ospiti nei diversi momenti della giornata, infatti la taqueria è perfetta per pranzi e per brunch, mentre il bar offre la possibilità di degustare ottimi cocktail per l’aperitivo o il dopo cena al ristorante.
La cucina sarà una sorta di “palestra” per diversi chef che provengono da altrettante parti del paese, da nord a sud; le proposte varieranno di volta in volta, proprio per dare ai visitatori una panoramica quanto più completa di questa cucina, dichiarata nel 2011 Patrimonio dell’Umanità.

Il menù, l’atmosfera, la musica e il design offrono un’esperienza messicana a tutto tondo, autentica e divertente, come un’avventura nuova ogni settimana, in base allo chef ospitato. Un invito a tornare più volte e a provare piatti e sapori inediti.

Bésame Mucho è aperto ad orario continuato fino alla tarda serata, per pranzi, spuntini, aperitivi e cene.

Bèsame Mucho - foto Marilena Roncarà

Bèsame Mucho – foto Marilena Roncarà

 

Bésame Mucho – Cocina Mexicana
Viale della Liberazione, 15 (Piazza Alvar Aalto)
Milano

Commenti

commenti

Be first to comment