A tutto Sanremo

il teatro ariston

Parte oggi la 66° Edizione del Festival della canzone italiana: 5 giorni di spettacolo in grado di catalizzare l’attenzione mediatica, sociale e culturale del nostro paese.

di Filippo Spreafico | 9 febbraio 2016

Ogni anno è sempre la stessa storia: si avvicina il Festival di Sanremo e partono, quasi in automatico, le lamentele di tutti coloro che non capiscono. Eh sì, il Festival di Sanremo va innanzitutto capito. Un grande evento televisivo che, a una lettura più approfondita, si rivela come il momento che definisce socialmente e culturalmente il nostro paese. E non è un’esagerazione: il Festival, o meglio il festivàl come un grande della televisione italiana amava dire, è un unicum al mondo, entrato di diritto nei libri delle università di comunicazione del globo e padre di fenomeni universali come l’Eurovision Song Contest, a oggi il più importante evento televisivo musicale al mondo. Anche l’Italia, insomma, ha il suo Superbowl, con tanto di polemiche, rumors che durano mesi e slot pubblicitari pagati a peso d’oro (con tanto di spot costruiti ad hoc per l’evento).

E così ci risiamo. La sera del 9 febbraio torna il Festival di Sanremo e l’Italia, in un modo o nell’altro, si ferma a guardare. 5 serate di musica e spettacolo in diretta dal Teatro Ariston, che per l’occasione vestirà la scenografia dell’ormai fidato Riccardo Bocchini ispirata allo sbocciare di un fiore (ovviamente con l’immancabile scalinata). Padrone di casa per il secondo anno consecutivo, Carlo Conti deve quest’anno fare, appunto, i conti con l’edizione da record dello scorso anno, che registrò uno share tra i più alti degli ultimi 15 anni. Ad accompagnarlo in questa avventura saranno tre personaggi davvero trasversali: Virginia Raffaele, reduce da un anno strepitoso in tour per l’Italia e amatissima da un pubblico social friendly, Madalina Ghenea, bellissima attrice vista recentemente in La Giovinezza di Paolo Sorrentino, e Gabriel Garko, attore tra i più amati dal tipico pubblico un po’ agée di RaiUno.

Nella serata di martedì 9 saliranno sul palco i primi 10 cantanti in gara (dei 20 in concorso): Lorenzo Fragola, già vincitore del talent show X Factor di due edizioni fa, avrà l’onore di aprire la serata con la sua Infinite volte. Arriveranno inoltre anche i primi superospiti: si alterneranno infatti Laura Pausini, Aldo, Giovanni e Giacomo, il congolese Maitre Gims e il grande Elton John, la cui presenza, insieme a quella del marito e del figlio, segnerà senza dubbio una delle polemiche più accese di questa edizione.

Il giorno seguente sarà la volta degli altri 10 big in gara e di 4 Nuove Proposte: atteso sul palco anche Eros Ramazzotti. Giovedì una delle serate più amate, quella delle cover, mentre venerdì sera scopriremo sia quali sono i 15 finalisti del concorso principale sia il vincitore della sezione Nuove Proposte. Sabato 13 la gran finale: ospiti Renato Zero, Giuseppe Fiorello e Cristina D’Avena.

Una vera e propria maratona televisiva e sociale che, siamo sicuri, lascerà strascichi almeno per un paio di mesi: altrimenti che Sanremo sarebbe?

 

Foto in apertura: la scenografia del Teatro Ariston progettata da Riccardo Bocchini

Sanremo Logo

Commenti

commenti

Be first to comment