Un pomeriggio all’acquario

È il terzo più antico in Europa, l’Acquario civico di Milano è un capolavoro in stile liberty, regalo dell’Esposizione Internazionale di Milano del 1906 che dopo 110 anni è in grado di regalare a grandi e piccoli la magia della scoperta delle specie acquatiche e del mare.

di Antonella Armigero | 4 febbraio 2016

Dopo aver parlato del Planetario civico, altra istituzione di Milano, andiamo alla scoperta dell’Acquario situato all’interno del Parco Sempione a pochi passi dall’Arena. Considerato uno dei migliori esempi dello stile liberty milanese, questa struttura ellittica riporta sulla facciata decorazioni in maiolica firmate Richard e rilievi che riproducono la fauna acquatica, come la fontana dell’ippopotamo e la statua del Nettuno opera di Giovanni Chini, che incuriosiscono chi passa per il parco.

Particolare delle maioliche sulla facciata dell'Acquario Civico - Foto Comune di Milano

Particolare delle maioliche sulla facciata dell’Acquario Civico – Foto Comune di Milano

Realizzato nel 1906 dall’architetto Sebastian Locati, in occasione dell’Esposizione Internazionale e l’apertura del traforo del Sempione, questo edificio è sopravvissuto ai bombardamenti del 1943, subendo negli anni diverse opere di ristrutturazione e ampliamento, come l’ultima avvenuta nel 2006, che ha comportato 3 anni di lavori.  Il risultato è un grande regalo alla città, che ha celebrato con la sua riapertura nella veste rinnovata i primi 100 anni dell’edificio.

Un acquario dalla facciata antica ma dal cuore moderno e tecnologicamente evoluto, in linea con gli istituti internazionali, che permette oggi di offrire ai visitatori un ambiente espositivo funzionale ma allo stesso tempo suggestivo. Infatti oltre alle sale didattiche, le vasche dove è possibile ammirare da vicino nell’acqua bassa gli organismi, quello che colpisce è sicuramente la grande vasca mediterranea, uno scenografico arco in vetro che ospita diverse specie di pesci e di vegetazione, sotto il quale è possibile camminare, per sentirsi realmente immersi nell’ecosistema marino.

Acquario Civico - Foto Comune di Milano

Acquario Civico – Foto Comune di Milano

Di sicuro interesse è anche il percorso che racconta la storia dell’acqua, dal ruscello in montagna fino al mare, un’affascinante viaggio che illustra gli ambienti naturali riprodotti fedelmente nelle sale al primo piano e nel giardino d’inverno.

Oltre all’osservazione e alla ricerca nella stazione idrobiologica, l’acquario offre a studiosi e appassionati una grande biblioteca specializzata, una delle più fornite in Italia e in Europa per quanto riguarda la biologia marina e le scienze acquatiche.

Nel corso dell’anno inoltre sono in programma molte attività divulgative dedicate alla natura e alla tutela dell’ecosistema, mostre temporanee tematiche, conferenze e attività didattiche quotidiane per le scuole e i ragazzi di diverse età. L’accesso è gratuito la prima domenica del mese, nell’ultima ora di apertura e il martedì alle ore 14.00.

Per ulteriori informazioni sull’ingresso e gli orari visitate il sito internet ufficiale.

 

Acquario Civico
Via Gadio, 2
Martedì-Domenica 9.00-17.30 (ultimo ingresso 17.00)
Chiuso lunedì

Foto di testata Fontana dell’Ippopotamo, Acquario Civico e foto interne da Flickr Comune di Milano.

Commenti

commenti

Be first to comment