In equilibrio tra il bianco e il nero

Dal 20 febbraio al 5 giugno Palazzo della Ragione Fotografia presenta una grande retrospettiva dedicata al fotografo statunitense Herb Ritts con oltre 1000 scatti in mostra, tra cui tanti inediti.

di Marilena Roncarà | 19 febbraio 2016

“Per me, un ritratto è qualcosa attraverso il quale percepisci le persone, le loro qualità interiori, ciò che le fa essere quello che realmente sono”. Parola di Herb Ritts. E non a caso Madonna, Mike Nicholson, Iris Murdock, Mel Gibson,  Isabella Rossellini, Patrick Swayze, Michelle Pfeiffer, Anjelica Huston, fino a un giovanissimoRichard Gere, sono alcuni dei protagonisti dei suoi ritratti-icona.

Nato a Los Angeles nel 1952, Herb Ritts incarna a pieno nei suoi scatti quegli anni Ottanta e Novanta in cui l’arte e il business sono andati davvero a braccetto, diventando ben presto uno dei nomi più autorevoli e conosciuti della fotografia di moda. 100 scatti e alcuni video di backstage sulla nascita del suo lavoro, tutti provenienti dall’Herb Ritts Foundation di Los Angeles, ecco in sintesi la mostra che debutta il 20 febbraio al Palazzo della Regione: un omaggio alla sua fotografia che è un insieme misurato di glamour e immediatezza, di pose sofisticate, di divi (di cinema e musica) e di luce naturale.
I suoi scatti sono infatti realizzati quasi sempre in esterni, sotto il sole impetuoso di mezzogiorno e questa luce naturale non solo lo aiuterà a differenziare il suo lavoro da quello degli altri fotografi di moda che scattavano perlopiù in interno, ma rende il suo bianco e nero ancora più carico e definito. Tutti i pezzi e i formati sono quelli originali, dato che non sono state realizzate altre stampe dopo la morte dell’artista, avvenuta prematuramente nel 2002, quando aveva appena 50 anni, per AIDS.

Il percorso espositivo ripercorre alcune tematiche portanti del lavoro creativo di Ritts, dai ritratti che hanno contribuito a creare la mitologia di alcune delle celebrità più acclamate dello star system mondiale, al lavoro sul corpo in movimento realizzato sempre attraverso la ricerca di un equilibrio perfetto tra i volumi e la luce, come a riprendere l’insegnamento dell’arte classica, nonché delle composizioni rinascimentali, di cui Ritts era appassionato. Per arrivare infine ai paesaggi e alle suggestioni africane immortalate in sorprendenti reportage, quasi un modo, come ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno: “[…] di scoprire altre strade aldilà di sé stesso e del proprio obiettivo”.

Non manca tra le immagini in mostra anche la foto di quel gruppo compositivo e armonico delle cinque top model: Stephanie, Cindy, Cristy, Tatjana, Naomi (vedi foto di apertura) scattata a Hollywood nel 1989, che senza tanti giri di parole ci rimanda subito a quell’equilibrio prontamente segnalato nel titolo della mostra.

Stephanie-Cindy-Cristy-Tatjana-Naomi-Hollywood-1989-©-Herb-Ritts-Foundation.jpg

Stephanie, Cindy Cristy, Tatjana, Naomi – Hollywood 1989 © Herb Ritts Foundation

 

Herb Ritts
In equilibrio
a cura di Alessandra Mauro
20 febbraio – 5 giugno
Orari: 9.30-20.30; gio. e sab. 9.30-22.30; chiuso lunedì
Palazzo della Ragione Fotografia
Piazza Mercanti 1

 

In apertura: Stephanie Cindy Cristy Tatjana Naomi, Hollywood 1989 © Herb Ritts Foundation.

Commenti

commenti

Be first to comment