Spegni la luce per il Pianeta

A volte non si pensa quanto un piccolo gesto possa cambiare molte cose: lo insegna M’Illumino di Meno, che torna il 19 febbraio in concomitanza con la Festa del risparmio energetico e ci invita simbolicamente a spegnere le luci per abbracciare uno stile di vita più sostenibile.

di Antonella Armigero | 17 febbraio 2016

Un’azione collettiva che ogni volta riesce a coinvolgere tantissime città da nord a sud dello stivale, scatenando anche la fantasia delle persone, pronte a dare il loro sostegno con gesti concreti: torna il 19 febbraio M’Illumino di Meno, l’iniziativa organizzata dalla trasmissione Caterpillar Radio2 per sensibilizzare tutti sul tema del risparmio energetico.

L’edizione di quest’anno, la dodicesima, è dedicata alla mobilità sostenibile. Infatti, se spegnere la luce di case, uffici, negozi e monumenti è un gesto simbolico molto forte, molti altri più concreti possono diventare abitudini virtuose che ci aiutano non solo a risparmiare energia, ma anche a rendere migliore lo stato di salute del nostro Pianeta.

Andare in bici ad esempio, limitare il più possibile gli spostamenti in auto, preferire i mezzi pubblici sono le giuste regole da adottare per vivere in maniera più rispettosa, ma anche più salutare. La trasmissione radiofonica inoltre propone un vero e proprio decalogo, piccole regole da seguire tutti i giorni per fare la differenza.

A dare ulteriore concretezza a questo messaggio, questa volta anche la campagna etica Bike the Nobel, cui obiettivo è quello di candidare la bicicletta al premio Nobel per la Pace. Paola Gianotti, ciclista pluripremiata ha raccolto subito la sfida pedalando da Milano a Oslo per consegnare simbolicamente la candidatura e portare le firme raccolte da Caterpillar a sostegno di questa causa. L’atleta, testimonial di questa impresa ha percorso più di 2.000 chilometri in due settimane, un viaggio pieno di significato e soddisfazione, le cui tappe possono essere riviste sul sito di Caterpillar.

Tutti siamo invitati il 19 febbraio a spegnere la luce, andare al lavoro a piedi e a diffondere il messaggio. È possibile raccontare le proprie azioni quotidiane su Twitter con questo hashtag #Milluminodimeno e a questo link.

Questa iniziativa è patrocinata dall’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, dal Parlamento europeo, dal Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, dall’adesione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Bike the nobel

Bike the nobel

Milano smart city: Porta Romana diventerà a emissioni zero

Sono in programma su tutto il territorio cittadino diverse manifestazioni e iniziative per aderire a M’illumino di meno. Milano oltre a spegnere le luci dei monumenti, dei luoghi storici e delle pubbliche amministrazioni, ha già messo a disposizione dei cittadini nuovi stimoli per vivere la città in maniera più responsabile, infatti oltre a essere la capitale dello sharing con biciclette, macchine e scooter elettrici ha deciso di sostituire gran parte dell’illuminazione pubblica con lampade Led, portandosi a casa anche il primato di prima città italiana dotata di illuminazione a Led. Notizia di questi giorni è che il quartiere di Porta Romana diventerà smart, aderendo a “Sharing Cities”. Milano, infatti, insieme a Londra, si è aggiudicata il bando europeo per progetti pilota nell’ambito energetico e dei trasporti, inserito nel programma di ricerca e innovazione Horizon 2020. Gli interventi che interesseranno questo distretto pilota porterà all’adeguamento energetico degli edifici, l’installazione di lampioni intelligenti dotati di sensori di vario tipo e di wi-fi e la dotazione di 60 veicoli di car sharing elettrico, 150 bici elettriche, 76 punti di ricarica di colonnine elettriche oltre a 10 veicoli elettrici destinati alla logistica.

 

M’illumino di Meno
19 febbraio.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale di Caterpillar Radio2.

 

Commenti

commenti

Be first to comment