Bowie prima di Ziggy

David Bowie torna a Bologna, in spirito e pellicola: dal 12 marzo al 10 aprile, la galleria ONO Arte Contemporanea ospita decine di scatti firmati da Michael Putland, ritratti dell’artista a pochi giorni dalla pubblicazione di un capolavoro come il disco Ziggy Stardust And The Spiders From Mars.

di Samantha Colombo | 9 marzo 2016

Sembra ancora assurdo vivere in un mondo in cui, da quasi due mesi, David Bowie non esiste più: eppure la forza straordinaria della sua musica, la poesia dei suoi versi e l’impatto sulla cultura della sua figura resterà per sempre indelebile.
Anche per questo motivo, ONO Arte Contemporanea di Bologna decide di celebrarlo con una mostra fotografica, Bowie before Ziggy. Fotografie di Michael Putland.
Sono gli scatti del fotografo britannico a imprimere su pellicola momenti storici in quel periodo prima che Bowie diventasse Ziggy Stardust: le fotografie nascono infatti in quel di Haddon Hall, la residenza dell’artista, nell’aprile del 1972. Le sessioni di registrazione del disco Ziggy Stardust And The Spiders From Mars erano da poco terminate e l’album era in procinto di essere dato alle stampe: Starman, il primo singolo esce infatti il 28 aprile di quell’anno storico per la musica.
Quei giorni nella casa di Bowie, visti a ritroso, rappresentano un delicato limbo, la quiete prima della discesa dell’alieno sulla terra: Bowie dipinge il soffitto indossando l’abito che sarebbe stato reso celebre dalla cover del suo disco in uscita, disegnato dall’amico stilista Freddy Buretti. Un artista padrone della sua immagine, consapevole della sua valenza e in procinto di continuare la sua ascesa nella creazione di un nome e di un immaginario che trascende la musica e si fa arte anche mutuando il linguaggio della moda, della pittura e della bellezza in generale.

 

Le fotografie di David Bowie sono spesso protagoniste delle rassegne curate da ONO Arte: dopo gli scatti dello Station To Station Tour, inaugurata tre anni fa, e quella delle foto firmate da Masayoshi Sukita dello scorso anno, il terzo capitolo della saga di Bowie a Bologna è una nuova pietra miliare nell’importanza di un artista tanto straordinario della cultura contemporanea. Una piccola anticipazione? Sembra che la galleria di Bologna, a coronamento della sua dedizione, stia lavorando a un ampio progetto al fianco dell’Archivio che custodisce le immagini dell’artista.
Per il momento, è possibile ammirare i 27 scatti di Michael Putland e le grafiche di Terry Pastor, il designer che ha firmato le cover di Ziggy Stardust e Hunky Dory.

 

Bowie before Ziggy
Fotografie di Michael Putland
Dal 12 marzo al 10 aprile 2016
Ono Arte Contemporanea, via Santa Margherita 10 (Bologna)
Per informazioni: www.onoarte.com

 

Immagine in apertura di Michael Putland, “David Bowie at home” (Beckenham, 1972).

Commenti

commenti

Be first to comment