Sarà Bellissima

Un nuovo modello di fiera del libro, dove la cooperazione tra editori autori e lettori è al primo posto, che promuove l’innovazione e apre la mente a nuovi titoli e realtà di livello internazionale: tutto questo è Bellissima, fiera di libri e cultura indipendente in programma dal 18 al 20 marzo al Palazzo del Ghiaccio di Milano.

di Antonella Armigero | 9 marzo 2016

L’editoria è tutt’altro che morta, si evolve come si evolve la società, si apre a nuove prospettive, mercati, pubblici. Indipendente, libera e innovativa proprio come i libri e la cultura che promuove, l’editoria di questo tipo è al centro di un nuovo modello di fiera di settore: Bellissima che dal 18 al 20 marzo si terrà al Palazzo del Ghiaccio  e in altri punti delle città.

I motivi per non perdere questo appuntamento sono diversi, dimenticatevi infatti la classica fiera del libro mirata principalmente alla vendita e alla promozione delle nuove uscite editoriali, l’obiettivo principale sarà innescare il dialogo tra diversi attori in campo: non solo editori e autori, ma chiunque partecipi da indipendente al mondo della cultura e dell’innovazione, senza dimenticare ovviamente i lettori.
Interconnessioni e informazione ma soprattutto loro: i libri, che saranno un punto di partenza per il dibattito e gli incontri. Sono infatti oltre 60 i marchi indipendenti che hanno confermato la propria adesione e che utilizzeranno la fiera per incontrare i lettori, far conoscere i propri progetti e prodotti.

Tra i nomi più noti, Sellerio per la narrativa, Lindau, DeriveApprodi e Quodlibet per la saggistica, Johan&Levi e Contrasto per quanto riguarda l’editoria d’arte e la fotografia. Non solo italiani ma anche stranieri, infatti Bellissima si aprirà a esperienze internazionali con una libreria tematica dedicata a queste realtà.  La sezione sarà curata dalla casa editrice berlinese Archive Books e proporrà spunti e idee su temi diversificati che spaziano dall’arte contemporanea all’architettura, dal postcolonialismo al gender.
Ma i motivi per non mancare a Bellissima sono anche gli ospiti: personaggi significativi del panorama nazionale e internazionale in grado di innovare il format classico degli eventi culturali.  Il programma  sarà incentrato sulle figure carismatiche della cultura indipendente italiana del XXesimo secolo, da Luciano Bianciardi a Roberto Roversi.
Per tutta la durata della fiera infatti si susseguiranno tavole rotonde, lezioni magistrali ma anche concerti e proiezioni di film come ad esempio quella de I Cannibali di Liliana Cavani, che fa parte del programma di BellissimaOFF. Oltre a questo ci sarà l’incursione di Zerocalcare il 20 marzo, che regalerà al pubblico una conversazione della sua storia vera e racconterà cosa significa per lui essere indipendente, e il monologo di Davide Riondino dal titolo La sete del sito, evento di chiusura di Bellissima, che si svolgerà alle ore 20.30 di domenica.

Il programma completo delle giornate e degli eventi è disponibile a questo link.

 

Bellissima
18 – 20 marzo
Palazzo del ghiaccio – via Piranesi 10/12

Locandina Bellissima

Locandina Bellissima

Commenti

commenti

Be first to comment