Il pesce in un boccone

Mr Fish panino

A Milano i folkloristici paninari hanno ormai passato il testimone a uno street food sempre più sofisticato. L’ultima frontiera è quello del fish food che approda in città a bordo di truck che nulla hanno da invidiare a bar e ristoranti e che fanno del panino al gusto di mare il nuovo tormentone. 

di Chiara Temperato

Dalla salamella allo street food di ultima generazione, a Milano anche il cibo di strada si fa gourmet. Etnica, italiana, regionale, fritta, dolce, salata, la cucina di strada esplode con un trionfo di sapori e odori che si lasciano respirare lungo le vie cittadine. Negli ultimi mesi stanno proliferando molti chioschi specializzati nella preparazione e vendita di pesce formato street. E se di fish fried di strada si poteva già parlare, la vera novità è stata quella introdotta da Mr. Fish. Lui è Gianluca Castellani e ha il merito di aver portato a Milano un nuovo concept, quello del panino itinerante farcito con il pesce, un’idea mutuata dalla tradizione nordeuropea e adattata alla cultura nostrana. Al volante del suo camionicino, curato nei minimi dettagli, Gianluca concilia la passione per la vita “in strada” e quella per la cucina. Ogni tipo di pesce preparato, che può essere sott’olio, grigliato o affumicato, ma non fritto, è insaporito con particolari salse fatte a mano e impacchettato in gustose fette di pane biologico. Fiore all’occhiello del suo menù è il panino con acciughe, pomodoro e ricotta che combina la tradizione nordica e quella partenopea. Ma è quello farcito con il salmone, definito da Gianluca «l’alter ego del prosciutto» il più richiesto. Il costo medio di ogni sua ghiotta creazione è di circa 6 euro e presto il menù si arricchirà di polpo e fish burger. Mr. Fish e il suo furgoncino sono tutti i giorni in via Monte Rosa e il weekend in giro per eventi e fiere.
Milano suggerisce diversi modi di interpretare la ristorazione di pesce veloce: per chi ama l’intramontabile semplicità del panino, ma preferisce gustarlo al tavolo, anziché trangugiarlo nelle strade
assolate, Panini di Mare è l’ideale. Ha da poco aperto alle Colonne di San Lorenzo per offrire ai suoi clienti comode sedute all’aperto, in un clima disteso, con un tripudio di polpi, gamberi, astice, tonno, spada e fish kebab, in formato sandwich e non, pronti a essere serviti al piatto. Tra qualche mese i fan del fish sandwich potranno sbizzarrirsi anche tra le prelibatezze di Pescaria, un fast food del pesce che, reduce dal grande successo a Polignano a Mare, ha deciso di portare la tradizione pugliese a Milano in zona Garibaldi, in via Bonnet.

Panini di Mare clubmilano
E per chi non può proprio fare a meno dell’hamburger, in cima a quelli da provare c’è il fish burger
con marmellata di cipolla bianca di Fishbar de Milan, un bistrot pop della Milano modaiola di Porta Nuova, in grado di mixare con grande fantasia sapori esotici, americani e della tradizione italiana,
offrendo ai suoi ospiti innovative rivisitazioni di thai fish soup e black miso, gustosi tacos con il pescato del giorno alla griglia ed estrose insalate come quella con baccalà, pomodorini, avocado, carote allo zenzero lime e miele.
Se l’obiettivo invece è la ricerca di sapori semplici, un eccellente compromesso è Hoppy Fish, il nuovo locale di corso di Porta Vigentina specializzato in prodotti ittici. A ispirare i tre soci napoletani è stata un’idea molto specifica, fatta di degustazione di birra e pesce, dove la prima è rigorosamente artigianale e il secondo è rivisitato in chiave creativa e contemporanea, con poche ma peculiari proposte che incrociano tre tradizioni culinarie: anglosassone, nordica e partenopea. Tra le proposte l’hamburger di spigola, le polpette di pesce spada e baccalà, i fiori di zucca con ricotta e alici e poi panini farciti con ogni tipo di pesce, bagel e club sandwich rivisitati, originali insalate estive e raffinate zuppe invernali. Quello che all’apparenza sembra un accostamento inconsueto (pesce e birra) in realtà esprime l’intento di svecchiare la canonica degustazione accompagnata da vino bianco e riproporla con uno stile di presentazione e cucina più agile, che privilegi comunque l’artigianalità delle materie prime. I gestori, molto soddisfatti dell’entusiasmo mostrato dalla clientela, sottolineano che «Hoppy Fish non è un bistrot, ma neanche un fast food, perché le pietanze sono preparate al momento».
Infine, tappa imperdibile nel giro dei Seafood street bar milanesi è Il Kiosko della Darsena. Shop
e pescheria, con i suoi carpacci di tonno, spada, arancini al ragù di pesce, baccalà, è ormai una certezza per gli amanti del genere. Per non parlare del rinomato cuoppo di pesce che con il suo aroma di fritto inebria le sponde del naviglio a tutte le ore. Il pesce di strada farà tendenza come tutti i suoi colleghi street? I presupposti sembrano esserci.

 

INDIRIZZI
Mr. Fish
via Monte Rosa 91
Panini di Mare
via Edmondo De Amicis 5
Pescaria
via Bonnet 5
Fishbar de Milan
via Montebello 7
Hoppy Fish
corso di Porta Vigentina 38
Il Kiosko
piazza XXIV maggio

 

Articolo pubblicato su Club Milano 33, luglio – agosto 2016. Clicca qui per scaricare il magazine.

Commenti

commenti

Be first to comment