La lezione di Giovanna Marini

Giovanna Marini è la più prolifica e poliedrica cantautrice e compositrice italiana, in occasione dei suoi ottant’anni, il 19 gennaio Castelvecchi Editore pubblica “Io vorrei” di Paolo Crespi, con contributi tra gli altri di Vinicio Capossela, Francesco De Gregori e Marco Paolini.

19 gennaio | di Redazione web

Musicista completa, diplomata in chitarra classica al Conservatorio Santa Cecilia di Roma successivamente allieva di Andrés Segovia, dagli anni Sessanta a oggi Giovanna Marini è stata una presenza costante sulla scena musicale italiana, tanto nella discografia quanto nella didattica, con picchi di popolarità legati soprattutto alla fortuna del canto popolare e ad alcune stagioni della canzone di protesta.

Per celebrare il suo ottantesimo compleanno Castelvecchi Editore pubblica per la collana storie: “Io vorrei, La lezione di Giovanna Marini”. Autore del libro che intende raccontare l’ispirazione e il profilo intellettuale di Giovanna Marini, è il giornalista free lance Paolo Crespi. Il libro si rivolge quindi a un pubblico trasversale e ci avvicina al personaggio e al mondo di Giovanna Marini nei vari aspetti della sua multiforme produzione musicale e poetica: ballate, oratori, opere, cantate, musiche per il teatro e per il cinema, in uno sguardo d’insieme che mette in luce il filo conduttore della sua opera.

 

Io vorrei
La lezione di Giovanna Marini
di Paolo Crespi
Collana: Storie
pp.192, prefazione di Moni Ovadia

Commenti

commenti

Be first to comment