Microsoft House

Microsoft House

Ha inaugurato il 15 febbraio nel quartiere di Porta Volta la nuova sede di Microsoft Italia: un luogo di confronto per aziende e cittadini sulle opportunità del digitale, un edificio 4.0 aperto alla città che ha tutta l’intenzione di “entrare nel cuore di Milano”.

di Marilena Roncarà | 17 febbraio 2017

Microsoft House ha preso ad abitare il primo edificio italiano progettato da Herzog & De Meuron, affiancandosi alla sede della nuova Fondazione Feltrinelli, al 21 di viale Pasubio, nel quartiere di Porta Volta. La nuova casa del colosso hi-tech, inaugurata il 15 febbraio è studiata nell’ottica dell’inclusione e dell’apertura e infatti tre dei sei piani su cui si sviluppa sono aperti alla città. Non a caso, come ha confermato l’Amministratore Delegato Carlo Purassanta in sede di presentazione, la Microsoft House punta ad accogliere nel 2017 oltre 200.000 visitatori, 10.000 professionisti, 4.000 studenti e 1.000 dirigenti scolastici. L’obiettivo è quello di mettere a loro disposizione tecnologie, competenze, momenti di formazione e occasioni di confronto sulle opportunità del digitale. “Entrare nel cuore di Milano, in un’area dinamica e facilmente connessa con il resto dell’Italia, aprire metà dell’edificio al nostro ecosistema di clienti, consumatori, partner e studenti è l’impegno che come Microsoft Italia abbiamo intrapreso con il progetto Microsoft House, che vuole essere il nuovo indirizzo per l’innovazione in Italia”, conferma l’AD Purassanta.

 

 

832 sono le vetrate che percorrono tutto l’edificio che si sviluppa per una lunghezza di 125 metri per un’altezza di 32 e una profondità di 16. Organizzato su sei piani, di cui tre aperti alla città, il palazzo ospita al piano terra lo Showroom aperto sette giorni su sette. Si tratta di un ampio spazio realizzato in collaborazione con Intel, dedicato al grande pubblico e a tutti coloro che vogliano sperimentare le tecnologie Microsoft e le soluzioni innovative dei suoi partner. Al centro dello Showroom, nella zona Wi-Fi Lounge, è possibile rilassarsi e collegarsi liberamente a Internet.
Un’altra area aperta a tutta la città è la Digital Class, un ambiente multimediale dedicato al mondo Education, in cui studenti e docenti possono scoprire e sperimentare le nuove frontiere dell’insegnamento e proprio qui è già stata presentata l’iniziativa “La Milano che vorrei” con gli studenti della scuola media Panzani impegnati a disegnare la loro città del futuro.

Al primo piano si colloca il Microsoft Technology Center, un centro esperienziale progettato come luogo di condivisione per far vivere alle aziende e alle start up gli scenari innovativi abilitati da Microsoft Intel, con l’obiettivo di aprirsi a 10.000 professionisti l’anno. Ancora al quinto piano c’è The Loft, un ambiente riservato ed esclusivo, elegante e funzionale, pensato per ospitare eventi di rilievo e importanti momenti di business.

Dal secondo al quinto piano si trovano le aree riservate ai dipendenti: le postazione sono tutte open space, ovvero rigorosamente non assegnate, ma differenziate nella forma e nell’estetica a seconda delle diverse funzioni operative.

Trade union fra tutti gli ambienti è l’elemento dell’innovazione che caratterizza dalla reception virtuale ai sistemi avanzati di video conferencing, dalla domotica a sensori IoT fino a nuovi strumenti di collaborazione, tutti elementi capaci di rendere la Microsoft House un esempio effettivo di edificio 4.0.

 

Microsoft House
viale Pasubio 21, Milano

 

 

 

 

Commenti

commenti

Be first to comment