La città rallentata

Takashi Homma, Milano skyline, from the series The Narcisistic City, 2017, Lambda print, cm 141,4x400 ©Takashi Homma, Courtesy of Viasaterna

È sull’analisi dell’azione fotografica che si è concentrato negli anni il lavoro del giapponese Takashi Homma. I soggetti più interessanti? La città e l’incontro tra natura e uomo. Per la prima volta l’Italia gli dedica una personale “La città narcisista. Milano e altre storie” presso la Galleria Viasaterna (fino al 26 maggio) in cui oltre ad alcune serie degli anni passati, sono presentati scatti realizzati per l’occasione. Sono frammenti di Milano, ripresi con una camera oscura, in cui si riconoscono le architetture iconiche della città che rallenta e, come Narciso, si specchia nell’acqua, ritrovandosi sottosopra e lasciandosi riscoprire.

di Carolina Saporiti – foto di Takashi Homma

 

Takashi Homma
Takashi Homma (Tokyo, 1962) è un fotografo giapponese tra i più noti. Dopo aver lavorato a Londra come fotografo commerciale, a partire dagli anni Novanta si è concentrato sempre più sull’analisi territoriale, eseguita prima in Giappone e poi in tutti il mondo, e su quella del linguaggio fotografico che utilizza. Nel 2014 ha iniziato il progetto The Narcissistic City, pubblicato nel 2016 dall’editore inglese Mack Books e focalizzato sull’analisi degli edifici più rappresentativi e iconici di numerose città. http://www.viasaterna.com/

 

In apertura: Takashi Homma, Milano skyline, from the series The Narcisistic City, 2017, Lambda print, cm 141,4×400 ©Takashi Homma, Courtesy of Viasaterna

 

Portfolio pubblicato su Club Milano 37, marzo – aprile 2017. Clicca qui per scaricare il magazine.

Commenti

commenti

Be first to comment