La città suona

Faraj Suleiman - Gam, Pianocity

Piano City Milano non è più solo una manifestazione di successo, ma è ormai anche un evento atteso da tutta la città. 450 i concerti previsti quest’anno, compresi due al sorgere del sole, in più per l’edizione 2017 il festival si spinge anche fuori porta, fino a Bergamo e Como.

di Redazione web | 5 maggio 2017

Piano City festeggia quest’anno la sua sesta edizione con contenuti musicali, progetti e percorsi inediti e per la prima volta i pianisti andranno anche fuori porta, con concerti in provincia e regione, oltre i confini geografici ma sempre al centro dello spirito del festival. 450 in tutto sono gli appuntamenti in programma  in più di 250 luoghi, nelle giornate del 19, 20, 21 maggio.

Protagonista della serata di inaugurazione è Chilly Gonzales, un produttore e pianista canadese che tra l’altro ha vinto un Grammy Award con i Daft Punk ed è entrato nel Guinness dei primati per il concerto come solista più lungo della storia musicale (27 ore, 3 minuti e 44 secondi). Chilly Gonzales si esibirà venerdì sera sul main stage della GAM Galleria d’Arte Moderna-Villa Reale con un concerto tratto dall’album Piano Solo II e presentato in PianoVision: ovvero una proiezione video in tempo reale con riprese che inquadrano solo le sue mani e i tasti del pianoforte.

Chilly Gonzales® 2015, ph. Alexandre Isard

Chilly Gonzales® 2015, ph. Alexandre Isard

Tra le novità di questa edizione segnaliamo le Piano Lesson, un’occasione per addentrarsi più da vicino nella musica grazie ai consigli di grandi maestri: da Chilly Gonzales (sabato 20, alle 11) che, con i suoi Re-Introduction Etudes, mira a riportare alla musica chi ha abbandonato la pratica del pianoforte, a Michael Nyman (sabato, alle 15) che partendo da Lezioni di Piano per la prima volta svela al pubblico i segreti di una colonna sonora di successo, a Marco Fumo (sabato 20, alle 16.30) che accompagna la platea alle origini del jazz. In tutto sono sei gli appuntamenti delle lesson, tutti in programma al Teatro dell’Arte, tra le giornate di sabato 20 e domenica 21 maggio.

Sempre Michael Nyman è il protagonista di una nuova versione di The Otherwise Very Beautiful Blue Danube Waltz, ripensata per cinquanta Toy Piano, che coinvolgerà i più piccoli in una performance spettacolare. Qui l’appuntamento è sabato e domenica alle 12, alle 16 e alle 18 al Piano Center.
Ancora due novità con Daniele Lombardi che per il festival ha composto Sembrava una nuvola, ispirandosi a Perelà, l’uomo di fumo protagonista di una favola di Palazzeschi (domenica 21, alle 20 a City Life, piazza Tre Torri); e con A landascape in my hands, una composizione originale di Daniela Terranova eseguita da Anna D’Errico (sabato 20 alle 16 presso Santeria Social Club).

Belvedere Pirelli, Pian City Milano

Belvedere Pirelli

La musica di Piano City non dorme: ed ecco due Piano Night in collaborazione con Red Bull Music Academy: venerdì a Base Milano e sabato a Santeria Social Club, a seguire due suggestivi concerti al sorgere del sole (alle 5:30 venerdì Michael Nyman al Teatro Burri e sempre alle 5:30 ma domenica alla Rotonda della Besana Anna Maria Morici) daranno vita a un percorso musicale ininterrotto di oltre 50 ore.

Tra i classici ma imperdibili appuntamenti sono da segnare gli House Concert e i Concerti in cortile: oltre 60 quelli che quest’anno arricchiscono il palinsesto. Tra i luoghi riconfermati ci sono Base Milano che, in collaborazione con Sky, ospita una due giorni dedicata alle grandi colonne sonore e Santeria Social Club con un variegato programma per adulti e bambini, mentre mare culturale urbano festeggia con Piano City il suo primo anno di vita, ospitando fra l’altro il concerto di Paolo Marzocchi Un piano per Lampedusa. Tra i luoghi inediti per questo 2017 anche l’Albergo Diurno Venezia e i Bagni Misteriosi (ex Piscina Caimi). In collaborazione con MM Spa nella giornata di domenica sono previsti  anche tre concerti in cortili di case popolari: in via Bisnati, in via Barzoni e in via San Bernardo.

Piano City Milano quest’anno si allarga e supera da un lato i confini della città con concerti a Como, Monza e Brianza, Bergamo, dall’altro entra nella Case di Reclusione con concerti in contemporanea (alle 10 di sabato) nel carcere di Opera, Bollate, San Vittore e Beccaria. Infine tra le novità di quest’anno c’è anche il concerto a Casa Suraya, il luogo di accoglienza per le famiglie di profughi in transito da Milano. Ma per orientarsi meglio tra i 450 appuntamenti, a questo link trovate il programma completo.

 

 

Piano City Milano
19, 20, 21 maggio 2017
www.pianocitymilano.it

 

Piano City Milano, tetti Galleria Vittorio Emanuele

Commenti

commenti

Be first to comment