Estate in città, a tavola è tempo di Mediterraneo

Una ricerca di The Fork mostra come con l’aumento delle temperatura i milanesi preferiscano uscire a mangiare cucina mediterranea e sushi. E la pioggia non sembra fermarli.

di Redazione web | 01 giugno 2017

Milanesi, un popolo di mangiatori. Lo evidenzia una ricerca di The Fork, tra le principali app di prenotazione online dei ristoranti a livello globale, che insieme a Digitalmeteo ha indagato le abitudini dei milanesi e dei romani a tavola a seconda del cambio di stagione. L’impressione è che, sia a Roma sia a Milano, l’aumento delle temperature indirizzi la scelta verso ristoranti che hanno una proposta gastronomica mediterranea o a base di pesce. Questo vale soprattutto a Milano, dove aumentano anche le prenotazioni nei ristoranti giapponesi.

Ma se a Roma le precipitazioni hanno una forte incidenza sulla scelta del ristorante (ma meno importante della temperatura) a Milano invece la pioggia ha un’influenza poco rilevante quando si tratta di decidere il proprio ristorante, meno significativa della temperatura. Insomma, si prende l’ombrello e si esce lo stesso!

Mano a mano che aumentano le temperature aumentano infatti le prenotazioni dei tavoli fino ad arrivare a un punto massimo del 35%. La presenza di pioggia intensa migliora la tendenza alle prenotazioni passando da un punto massimo del 15% senza pioggia a un massimo del 20% con piogge abbondanti. Durante l’inverno invece il numero di prenotazioni di questa tipologia di ristoranti scende e si allinea alle altre tipologie presenti nell’offerta gastronomica della città.

Insieme alla cucina mediterranea, la cucina di pesce è un chiaro esempio dell’incidenza delle condizioni meteorologiche nella scelta del ristorante. Il trend che si registra è un aumento delle prenotazioni che si accompagna alla salita della temperatura, raggiungendo il picco massimo a 25°C, temperatura dopo la quale si registra una stabilizzazione delle prenotazioni, se non una lieve riduzione. Le cucine mediterranea e di pesce, sushi incluso, sono la scelta principale dei clienti durante la bella stagione registrando la maggior tendenza di prenotazioni con l’aumentare delle temperature.

Come anche in altre località in cui opera TheFork, la cucina internazionale a Milano presenta un miglior comportamento in contesti invernali, ovvero sotto i 15°C, e in presenza di piogge. Il motivo è probabilmente che viene percepita come più “sostanziosa” della cucina mediterranea o giapponese. Infine la cucina milanese, caratterizzata da elementi del territorio, come la risicoltura e allevamento di bovini e suini, mantiene un comportamento stabile con una crescita costante del 50% a ogni aumento della temperatura di 5°C. Il punto massimo delle prenotazioni si raggiunge con una temperatura di 25°C e in presenza di pioggia. Probabilmente il livello delle prenotazioni resta alto anche durante la bella stagione anche per la presenza di turisti.

Commenti

commenti

Be first to comment