Milano Film Festival

Tony Conrad Completely in the Present

Inaugura stasera la nuova edizione del Milano Film Festival, uno degli appuntamenti dell’anno più attesi da tutti i milanesi. Come l’anno scorso, anche quest’anno l’head quarter del festival sarà la zona Tortona. I film in concorso e presentati nelle diverse sezioni del programma verranno proiettati a BASE, al MUDEC e al Cinema Ducale.

di Redazione | 27 settembre 2017

Un altro mese, nuove location. Il Milano Film Festival è una certezza per la nostra città e infatti anche quest’anno, anche se con qualche giorno di “ritardo” (voluto) arriva. E lo fa alla grande – come sempre o più di sempre. Per questa edizione, infatti, sono stati aumentati i giorni delle proiezioni che prendono il via domani e proseguono fino a domenica 8 ottobre. Per la serata di inaugurazione è prevista una serata nella Sala Grande di BASE con una colonna sonora a cura dell’Atomic Bar.

Sotto la direzione artistica di Alessandro Beretta e Carla Vulpiani, il festival animerà per undici giorni il distretto Tortona, tra BASE Milano, MUDEC e Cinema Ducale con film in anteprima, cinema 360°, mostre, ospiti internazionali, serate musicalo e altri eventi speciali. Quest’anno è la giuria stessa a catturare l’attenzione del pubblico. Il nome più atteso è quello di Abel Ferrara, regista indipendente che presenterà due suoi nuovi film. Insieme a lui ci saranno Monica Stambrini, regista uscita dai cliché con lavori sul desiderio come Queen Kong, e Rinaldo Censi, critico indipendente, curatore della retrospettiva dedicata a Jacques Tourneur a Locarno.

Cuore del programma, come sempre, è il concorso lungometraggi: otto opere prime e seconde presentate in anteprima italiana e girate da registi provenienti da tutto il mondo. Ma come sempre viene dato spazio anche ai cortometraggi: quest’anno sono 41 quelli in concorso, girati esclusivamente da under 40. A giudicare i cortometraggi è la Fondazione Cineteca Italiana – che festeggia i 70 anni. Tra le novità di questa edizione, oltre alle tante anteprime dei film in concorso e fuori concorso – tra le quali England is Mine di Mark Gill, Manifesto di Julian Rosenfeldt con Cate Blanchett, Columbus di Kogonada, ci sarà l’arte. Infatti è possibile visitare due mostre con ingresso gratuito negli spazi di BASE Milano: NOI, Milano 1968-1977, una video installazione multischermo che ripercorre gli anni delle rivolte studentesche tra il ’67 e il ’77 a Milano con i filmati del Collettivo Cinema Militante di Milano e Enrico Appetito per Michelangelo Antonioni sui set 1959-1964, mostra fotografica che scandaglia l’archeologia del set di Antonioni che inaugurerà il 29 settembre con una performance musicale firmata da Boosta. Nella mostra anche un ciclorama che include i vari Falsiritorni rifilmati da Enrico Ghezzi.

Il Milano Film Festival guarda anche all’innovazione e per questo giovedì 5 ottobre, insieme a Fastweb Digital Academy verrà presentato un progetto speciale con il supporto tecnologico di Samsung: la prima sala VR in Italia, uno spazio interamente dedicato alla virtual reality per indagare i nuovi linguaggi e le innovazioni tecnologiche nel panorama audiovisivo. Il pubblico potrà sperimentare la sala sia durante il periodo del Festival sia successivamente grazie a un calendario di appuntamenti speciali che proseguirà fino a marzo 2018 a BASE.

Confermati gli storici appuntamenti del Festival: Colpe di Stato, la rassegna dedicata al documentario politico; Audiovisiva, che propone eventi costruiti sulle sinergie tra musica, arte e nuove tecnologie; Debut, una serie di appuntamenti pensati per chi vuole entrare nel cinema scoprendone le professionalità; il Focus Animazione, incontri e proiezioni dedicati al meglio dell’animazione contemporanea tra cui la storica maratona di animazione, una lunga notte di corti animati d’autore, come sempre di lunedì; VideoEspanso, l’esplorazione delle nuove traiettorie dei video musicali e il milano film festivalino con tanti appuntamenti per i più piccoli tra BASE Milano e Cascina Cuccagna. Prosegue anche il Salon de Refusés, uno spazio autogestito dedicato ai film che non sono riusciti a entrare nel Concorso Internazionale Cortometraggi 2017.

Il Festival, è promosso dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura e realizzato in collaborazione con Gruppo CAP, storico partner della manifestazione, e un nuovo partner d’eccezione, Fastweb Digital Academy.

Commenti

commenti

Be first to comment