Aria di Artissima

Aria di Artissima 2017

L’inaugurazione della XXIV edizione di Artissima è prevista il 2 novembre. La fiera aprirà le porte al pubblico venerdì, ma a Torino è già tutto pronto per il grande evento, che ormai è diventato un appuntamento internazionale per collezionisti e appassionati d’arte.

di Mathilde Smith | 26 ottobre 2017

Ci siamo quasi. Manca una settimana al via della ventiquattresima edizione di Artissima, la fiera d’arte di Torino che negli anni è diventata un momento cruciale per tutta la città, richiamando l’attenzione dell’Europa e allargando i propri confini, includendo anche altre discipline. Quest’anno sono presenti 206 gallerie da 32 Paesi differenti.

Artissima 2017 verrà inaugurata giovedì 2 novembre e aprirà al pubblico da venerdì 3 a domenica 5 all’OVAL di Torino. La  ventiquattresima edizione della fiera si svolgerà per la prima volta sotto la guida di Ilaria Bonacossa, nominata direttrice lo scorso dicembre. Le novità del 2017 sottolineano la vocazione della fiera alla scoperta e alla valorizzazione di talenti, riconfermandone il ruolo di
autorevole laboratorio di ricerca per il futuro dell’arte. Artissima si arricchisce della nuova sezione Disegni tra le sezioni curate e che si aggiunge alle storiche Present Future, dedicata ai talenti emergenti, e Back to the Future, dedicata ai grandi pionieri dell’arte contemporanea. Disegni è curata da curata da Luís Silva e João Mourão. Così in totale le sezioni saranno 7: oltre le 3 curate, sono la Main Section, le New Entries, Dialogue ed Editions & Publishings.

La volontà di quest’anno è poi quella di far crescere il collezionismo giovane, rafforzare la presenza dei collezionisti internazionali e sostenere l’arte italiana, individuando e valorizzando gli artisti italiani del futuro. Ma sono tantissime le novità annunciate di questa nuova edizione guidata da Bonacossa: “Il 2017 segna una ricorrenza importante, non solo per Torino, ma per tutto il mondo dell’arte: 50 anni
dalla prima mostra dell’Arte Povera (1967), la più rivoluzionaria, emozionante e poetica avanguardia artistica del dopoguerra che sancì la
vocazione contemporanea di questa città. Per celebrare oggi quell’energia creativa, Artissima richiama negli spazi dell’Oval due esperienze sorprendenti, ma ancora poco conosciute, di quegli anni: il Piper Club di Torino (1966–69), e il Deposito dell’Arte Presente (1967–
68). La storia della discoteca Piper, culla di una fervente subcultura, viene rievocata dal progetto PIPER. Learning at the discotheque, in cui un palinsesto di lezioni-conferenze si trasforma in scuola non convenzionale”. Il programma si apre con un corso tenuto dall’artista Seb Patane e prosegue con lezioni e testimonianze votate alla produzione artistica contemporanea.

La rivoluzionaria esperienza del Deposito  uno spazio industriale aperto per presentare fuori dagli spazi ‘borghesi’ le opere della nascente Arte Povera, è invece ispirazione per il progetto Deposito d’Arte Italiana Presente in cui un magazzino si trasforma in spazio espositivo per presentare una selezione di opere create tra il 1994 e il 2017 da artisti italiani di diverse generazioni. Il Deposito non è una mostra, ma uno spazio dinamico di esposizione e di approfondimento dal quale iniziare una narrazione dell’arte italiana degli ultimi venti anni per
fotografarla oggi immaginando gli sviluppi futuri. Il Deposito vuole essere luogo di aggiornamento e informazione per curatori, collezionisti e appassionati.

Artissima entra nel mondo digitale trasformando il suo catalogo in una piattaforma digitale in costante aggiornamento per offrire alle gallerie una vetrina non solo fisica ma virtuale in cui caricare in autonomia i propri contenuti per entrare in contatto con un pubblico più vasto di appassionati. Procedendo in questa direzione è stata pensata anche lo spazio #SocialRoom dove poter ricaricare i propri dispositivi e trovare anche stimoli, suggestioni e ispirazioni digitali.

Vista la quantità di cose da vedere dentro Artissima (ma anche in città) conviene organizzarsi per stare a Torino un paio di giorni. Non vi annoierete. Manca ancora qualche giorno, ma c’è aria di Artissima già ovunque!

Artissima
3-4-5 novembre
dalle 12 alle 20
Biglietti: intero € 15, ridotto € 10; abbonamento 3 giorni € 3o
www.artissima.it

 

Commenti

commenti

Be first to comment