Fotografia etica

© Oscar Castillo, Festival Fotografia Etica 2017.

Giunto all’ottava edizione, il Festival della fotografia etica di Lodi, parte domani e prosegue per tutto il mese di ottobre con un calendario ricco di eventi, mostre, incontri e workshop con i fotografi e gli ospiti. Dal 7 al 29 ottobre. 

di Redazione | 5 ottobre 2017

Appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati, il Festival della fotografia etica si appresta a dare il via alla sua ottava edizione nei quattro weekend del mese di ottobre. Una manifestazione pensata per tutti e non solo per gli addetti ai lavori, che ha visto numeri crescenti nel corso degli anni sia in termini di spettatori sia di candidature. Sono 772 quelle arrivate quest’anno, provenienti da 51 nazioni differenti e vagliate dalla giuria che ha recentemente diramato i vincitori per le cinque categorie del World Report Award, il premio assegnato da questo festival. Nella categoria Master ha vinto Daniel Berehulak con un portfolio sulla lotta spietata nelle Filippine contro il traffico di droga. Saranno cinque anche le proposte di “Spazio ONG”, la sezione che vede le organizzazioni non governative raccontare con la fotografia il loro operato sul campo. Tra queste ci sarà quella di Cospe Onlus legata ai terribili effetti del water grabbing nel mondo. La sezione “A Glance On The World Area” presenterà cinque lavori vicini all’attualità di fotoreporter di fama internazionale come lo statunitense Mark Peterson, che con We the People… Divided indaga la crisi razziale americana esplosa con i fatti di Charlottesville. Non mancheranno certamente incontri, workshop e presentazioni che completano un programma come sempre denso e interessante.

L’ingresso alle mostre e a tutti gli incontri del Festival costa 12 euro come contributo spese in sostegno all’organizzazione. Alle biglietterie, dopo il pagamento, viene fornito un braccialetto di identificazione che dà diritto all’accesso senza limiti alle mostre e a tutti gli incontri per tutta la durata del Festival. Non sono presenti biglietterie presso le sedi delle mostre; è necessario quindi recarsi preliminarmente presso la biglietteria per acquistare il braccialetto.

Commenti

commenti

Be first to comment