Vediamoci da après-coup

après-coup interno

Un locale dove staccare dalla frenesia e ritrovare se stessi. Ha aperto con queste intenzioni il nuovo bistrot in via Privata della Braida in zona Porta Romana. Tra mostre, abbigliamento, drink e appuntamenti culturali, è sempre l’ora di andarci.

di Redazione | 17 novembre 2017 

In una via nascosta di Porta Romana ha aperto un nuovo locale tutto da scoprire. Après-coup è bar bistrot, galleria e negozio di abbigliamento e accessori – Spazio Nur.

La formula è innovativa, almeno per Milano. L’idea è David Ponzecchi. Un passato nel mondo della consulenza, ma con un forte interesse per l’arte e la cultura, l’hanno portato ad aprire Après-coup. Il locale, aperto dalla mattina alla sera, nasce come posto dove ritrovare il tempo. In una piccola via a pochi metri dalla metro si entra in un cortile. Aprendo la porta il tempo si ferma.

Tutto l’arredamento del bistrot è originario degli anni Venti del XX secolo: sedie, tavoli, poltrone e lampade. Tutto è curato per rendere il luogo confortevole, per farci sentire come a casa. Il tutto condito da una serie di appuntamenti letterari, teatrali e musicali in programma già da subito.

Eldamaria, dettaglio. Parallel Lines da Après-coup

Eldamaria, dettaglio. Parallel Lines da Après-coup

Après-coup Arte, una galleria d’arte pensata per godere davvero dell’arte, ospiterà otto mostre all’anno senza alcun costo per gli artisti, che avranno la possibilità di un confronto quotidiano con il mondo dell’arte e il pubblico. Infine Spazio Nur, ovvero Tahereh Toluian, che da diversi anni si occupa con passione di moda di ricerca e design, rappresenta la terza anima di Après-coup, proponendo collezioni di abiti, bijoux e accessori realizzati da stilisti italiani e internazionali.

I tre ambienti, seppure comunicanti tra loro, mantengono la loro identità e vivono ognuno la propria vita, mescolando le idee e contaminandosi a vicenda.

Ecco i prossimi appuntamenti in calendario:

Stasera, 17 novembre, alle ore 20 la prima soiree, E ti senti pulsare nel sangue, melologo su poesie di Cesare Pavese con musiche di Astor Piazzolla, accompagnato da una degustazione di vini piemontesi e assaggi della terra tanto cara all’autore.

Giovedì 23 novembre, inaugurazione della mostra di Silvia Lana e Ilaria Marchesini, Parallel // Lines. We R All Slaves To Pussy, a cura di Sarah Lanzoni. Chiodi e filo per esprimere la profondità e la verità di una dimensione tutta al femminile. La String-Art di Silvia Lana e Ilaria Marchesini, in arte Parallel Lines, è un racconto e una riflessione sulle donne secondo prospettive diverse.

Venerdì 24 novembre, invece, sarà il turno di Roaring Jazz con Chiara Crovetto e Milena Paris (voci) e Diego Pavoni (chitarra).

Après-coup
via della Braida, 5
www.apres-coup.it

Commenti

commenti

Be first to comment