A tutto sci in Carinzia

sci in carinzia

Chiudete gli occhi, immaginate un panorama innevato da film, con boschi silenziosi bianchi e dolci montagne. Ora riapriteli, siete in Carinzia, a Turracher Höhe, una località sciistica a 1763 metri d’altezza, al confine con la regione della Stiria, sulle Alpi austriache di Nockberge.

di Carolina Saporiti | 24 gennaio 2018

Perché andare fino in Carinzia per una settimana bianca? Perché qui c’è tutto, i servizi funzionano, le persone sono al centro e la Natura regna.

La neve a Turracher Höhe non manca mai, quest’anno soprattutto, e la stagione sciistica dura da novembre a maggio. Il comprensorio conta 42 km di piste, ben esposte, tenute alla perfezione e davvero alla portata di tutti. Chi non scia può fare tantissime altre cose. Per esempio sci di fondo, ciaspolate nei boschi di pini cembri, pattinate su ghiaccio, discese in slittino e gite in motoslitta. E poi a fine giornata, ci si ritrova tutti a tavola per mangiare i ravioli carinziani, gli gnocchi al formaggio o una fonduta.

Turracher Höhe si affaccia sull’omonimo lago sul quale in genere in inverno si può pattinare, ma la neve abbondante di quest’anno non lo permette. Lo specchio d’acqua separa le due parti del comprensorio sciistico, ma non c’è problema, se volete passare da una parte all’altra – inseguendo il sole – venite “traghettati” così da non perdere nemmeno una pista.

sci in carinzia

Un paesaggio innevato della Carinzia. Foto di Franz Gerd, Ente del Turismo Karnten.

Quando siete sulle piste da sci potreste incontrare i maggiordomi delle piste: questo è un servizio unico, che esiste a Turracher Höhe da qualche anno. Come funziona? Un maggiordomo gira per le piste e si ferma a distribuire fazzoletti di carta, crema solare, caramelle e un bicchiere di prosecco, mentre un altro maggiordomo è a disposizione dei turisti per organizzare tour personalizzati.

Per esempio, se si è sportivi (ma senza esagerare, anche chi non è allenato può farlo), si può prenotare il butler per la Trilogia del mattino. Si parte alle 7 con le ciaspole ai piedi per raggiungere, mentre il sole sorge e illumina di rosa la valle innevata, un rifugio sulle piste. Dopo la colazione, si mettono sci e scarponi, trasportati in cima con gli impianti, e si dà il via alla giornata di sci con il first-ride, sulle piste immacolate.

Chi è in vacanza con gli amici o a chi piace sciare, ma non troppo, può prenotare il maggiordomo per una mattina di safari sulle piste. Le sciate alla scoperta del comprensorio vengono intervallate da soste in alcuni rifugi dove si assaggiano le specialità locali.

Ma le possibilità con il maggiordomo sono tante, dallo slittino di notte, alle passeggiate nei boschi per bambini fino alle sciate notturne. Il servizio Pistenbutler (maggiordomo delle piste) è gratis per tutti gli ospiti degli hotel “convenzionati” riconoscibili dal simbolo di un papillon blu.

sci in carinzia

Il Monte Falkert, una delle vette delle Alpi di Nockberg, al confine con la Stiria. Foto di Tine Steinthaler

Per chi, invece, cerca un posto per una vacanza con i bambini, ma non vuole allontanarsi troppo dalle piste da sci, c’è l’Heidi Alm. L’hotel, aperto da 50 anni è tutto a tema Heidi perché la proprietaria, la signora Gisela, era un’appassionata del cartone fin da bambina. L’Heidi Alm è uno dei kinder hotel più belli dell’Austria e si trova sulla cima del monte Falker, immerso nella natura pura.

Se in estate le cime arrotondate, ricoperte di prati verdi non lasciano dubbi sulla scelta del nome dell’hotel (e del parco a tema costruito lì accanto), in inverno, quando tutto è coperto da neve,  questo diventa un posto incantato. L’hotel offre pacchetti pensati per i piccoli, ma anche per i grandi, includendo due giorni di skipass su 7 a Turracher Höhe (mentre i bambini possono rimanere al Mini Club).

Infine la cucina. Sarete felici di sapere due cose. Qui mangiare è un affare serio, quindi sulle piste non troverete rifugi con cibo self service, ma solo ristoranti che cucinano piatti tipici al momento. E se siete palati fini, all’hotel Schlosshotel Seewirt, potete prenotare uno dei tre (tre, davvero) tavoli del ristorante Philipp, dello chef premiato con tre cappelli Philipp Prodinger. La cena degustazione è composta da cinque portate, accompagnate da ottimi vini austriaci. Nella sala bar dell’albergo può capitare che facciano piano bar e allora per smaltire la cena si può andare lì a ballare e a bere una grappa di cirmolo.

INFO:
Turracher Höhe si raggiunge da Milano in 5 ore in macchina o in aereo, volando su Klagenfurt.
Si può soggiornare presso l’hotel Romantik-Seehotel Jaegerwirt gestito dalla famiglia Brandstaetter con un ristorante che serve cibo rigorosamente bio e una spa “baliniana”.

Commenti

commenti

Be first to comment