Le botteghe del fare

Via Emilia

Comprare una bici, ma imparare ad aggiustarla da sé, gustarsi un piatto di pasta fresca, ma avere anche la soddisfazione di farla con le proprie mani. O ancora: corsi di ceramica, uncinetto, tintura… In città sono tanti i luoghi dove non solo si vende, ma si impara a fare insieme.

di Elisa Zanetti

Chi fa da sé fa per tre, la saggezza popolare lo insegna e a Milano, città che da sempre gode di fama di instancabile e operosa, è vero ancora di più. Così non solo dal lunedì al venerdì al lavoro, ma anche nel tempo libero si può fare e rifare. In città sono molti gli spazi dove gli avventori possono non solo acquistare o consumare qualcosa, ma crearlo con le proprie mani. In queste “botteghe del fare” infatti i prodotti non sono soltanto in vendita, posati su qualche scaffale, appesi a un appendino o esposti in una vetrina, ma vengono progettati e realizzati da chi poi se li porterà a casa. Si comincia da NoLo, dove L’Hub negozio-laboratorio tessile propone corsi di cucito a macchina o a mano, di stampa e tintura.

Lab tessile Hub

Lab tessile Hub

«Quando ho aperto questo spazio – racconta Barbara Zucchi Frua – mi piaceva l’idea di avvicinarmi al consumatore finale con un prodotto diverso e con modalità diverse, dando la possibilità di personalizzare facendo, da qui l’idea di offrire anche formazione». Chiunque può accedere a L’Hub per farsi aiutare nella realizzazione di un progetto o semplicemente per lavorare in autonomia sfruttando le attrezzature presenti. Per chi preferisce invece usare i ferri della nonna Bezpen è il luogo giusto: nel suo negozio di abbigliamento di Porta Romana, oltre a capi fatti a mano e non, Elisabetta propone uncinetto, maglia e chiacchiere. Dopo la chiusura del negozio ci si siede in cerchio per creare sciarpe, cappellini o curiosi amigurumi: ninnoli e pupazzetti fatti all’uncinetto nei quali inserire profumazioni per armadi e cassetti. E sono tante le ragazze con questa passione. «È un bel momento di condivisione, ci si racconta, lavorando insieme accompagnate da una buona tisana», spiega Elisabetta.

Ma nella città della moda non ci si ferma al solo abbigliamento: in un giardino che un tempo era frutteto, Davide ha aperto il suo laboratorio Terra di Bovisa, dove oltre a proporre ceramiche fatte a mano insegna a realizzarle. Si possono seguire corsi di modellazione manuale e di decorazione, mentre i più esperti possono semplicemente affittare un tavolo a ore, condividendolo con altri, per portare avanti progetti personali. «Amo trasmettere informazioni sulla ceramica, è un materiale così affascinante, inoltre tenere i corsi dà molto sia dal punto di vista umano sia professionale e permette di attivare rapporti e scambi molto belli», commenta Davide.

Bici e radici

Bici e radici

Innamoratisi sui banchi del liceo, Marco e Stefania hanno scelto di unire le proprie passioni e di dare vita a Bici&Radici, ciclofficina e negozio di fiori dove tengono numerosi corsi. Si va dalla ciclomeccanica ai laboratori per apprendisti fiorisiti, dalla raggiatura della ruota alla creazione di un giardino sospeso. «Fiori e bici sono due elementi che vanno d’accordo, rappresentano il desiderio di godersi la vita con un ritmo più lento e piacevole, sono uno stile di vita. Stare in città ci allontana da alcune cose – racconta Stefania – amo aiutare chi segue i miei corsi a riscoprire il piacere di toccare la terra: è qualcosa che abbiamo nel nostro DNA e che aspetta solo di essere ritrovato».
Gli amanti della tavola e della cucina devono solo pensare a quale sia il menu dei propri sogni e poi darsi da fare. Via Emilia è una bottega gastronomica dedicata ai piatti della tradizione emiliano-romagnola. Al suo interno si può pranzare, comprare pasta fresca oppure guidati dalla maestra sfoglina Rina Poletti imparare tutti i segreti della preparazione di tagliatelle, tortellini, ravioli… La lezione parte con un aperitivo per rompere il ghiaccio e si chiude con la soddisfazione di portare a casa gli ingredienti per una cena davvero speciale. Cavoli a merenda è invece una scuola e al tempo stesso un ristorante: a pranzo aperto al pubblico, la sera propone corsi di ogni tipo: dalla cucina classica alle marmellate, dalla panificazione ai secondi di pesce.
E non solo, nel ventaglio delle proposte ci sono anche lezioni per imparare ricette veloci da preparare in soli 15 minuti o idee per teenager che vogliono essere indipendenti in casa. Per finire in dolcezza la Pasticceria Galdina propone corsi base e avanzati per avvicinarsi al mondo della pasticceria accompagnati da amici e un bicchiere di buon vino, mentre al Cooking Lab di California Bakery grandi e piccini possono imparare a preparare i dolci classici della Pasticceria Americana, rigorosamente con amore. Made with love è infatti la filosofia che guida il laboratorio, ma che potrebbe riassumere lo spirito di tutte queste botteghe dove non solo si compra, ma si impara a fare, perché si sa, l’amore è sempre l’ingrediente segreto più speciale.

 

NDIRIZZI

Bezpen
via Crema 15

Bici&Radici
via Nicola D’Apulia 2 angolo piazza Morbegno

Cavoli a merenda
corso Magenta 66

Cooking Lab California Bakery
viale Premuda 42

L’Hub
via Ferrante Aporti 52

Pasticceria Galdina
via Terraggio 9

Terra di Bovisa
via privata Angiolo Maffucci 34

Via Emilia
via della Moscova 27

 

Articolo pubblicato su Club Milano 43 /maggio-giugno. Clicca qui per sfogliare il magazine.

Commenti

commenti

Be first to comment