Escort, Milano capitale della Lombardia?

Duomo di Milano

Secondo una ricerca di Escort Advisor, Milano sarebbe la città lombarda con più “accompagnatrici” (e “accompagnatori”). Ma se si parla di numero pro capite, le cose cambiano.

di Marco Agustoni | 15 novembre 2018

Nonostante le tante zone d’ombra legislative e le proibizioni esplicite, il mercato delle escort, secondo le (comprensibilmente difficili) stime, continua a essere florido, se non addirittura in crescita, rivaleggiando in quanto a fatturato, stando ai dati estrapolati da analisi di Confcommercio, Confindustria e Scenari Immobiliari, con il giro dei distributori automatici e con il settore alberghiero.

In un contesto così promettente da un punto di vista economico si inseriscono servizi come Escort Advisor, una sorta di “TripAdvisor del sesso”, su cui gli utenti recensiscono i loro incontri con i professionisti del settore (donne e uomini che siano, perché il mondo-escort è composto anche dai cosiddetti gigolò).

Per raccontare il fenomeno escort, che per forza di cose rimane più immaginato che studiato in maniera analitica, Escort Advisor ha deciso di basarsi sui dati, in modo da inquadrare le abitudini degli italiani in materia. L’approccio, in un certo senso, è analogo a quello di PornHub con la pornografia.

Fra le ricerche effettuate, risulta interessante quella tratta dal blog “safe for work” EA-Insights sul numero di escort nelle città della Lombardia, estrapolata dall’indicizzazione degli annunci online di escort. Da questo punto di vista, Milano risulta sicuramente il capoluogo della regione: le escort “registrate” in città sarebbero infatti 1575. Quasi il triplo rispetto a Brescia, la seconda classificata con 651 escort, e ben distanziata da Bergamo (410), Monza (269) e Como (214).

infografica escort in Italia

Un’infografica di Escort Advisor sulle escort in Italia

Questo dato, però, non tiene ovviamente conto di un fattore importante: il numero di escort va confrontato con il numero di abitanti. Ecco quindi che Milano si ritrova in fondo alla top 5 lombarda degli amanti delle escort, con appena 1,25 escort ogni 1000 abitanti. E anche gli altri risultati si rovesciano.

In cima troviamo così Bergamo, con ben 3,56 escort ogni 1000 abitanti, seguita a stretto giro da Brescia (3,45). La metropoli meneghina appare improvvisamente morigerata, se comparata agli altri capoluoghi di provincia. A livello nazionale, da questo punto di vista la regina incontrastata è invece Lucca.

Quelli sopra riportati sono di certo dati parziali, ma possono essere comunque considerati dei buoni indicatori nel tentativo di tracciare un panorama completo del settore. E dall’attività di documentazione di Escort Advisor arrivano altre suggestioni sul rapporto fra Milano e la Lombardia e le escort.

Tanto per citare qualche curiosità, Milano è la seconda città d’Italia per numero complessivo di escort transessuali dopo Roma, ma se ancora una volta andiamo ad analizzare i dati pro capite, ecco che Torino si trova in prima posizione. La maggior parte di ricerche Google (il mese preso in considerazione è giugno 2018) per la keyword “escort” arrivano da Roma e Torino (137000 e 127000), ma a livello nazionale vince Lecce, mentre in Lombardia è ancora una volta Bergamo a confermarsi la più “viziosa”, con 280 ricerche mensili ogni 1000 abitanti.

Insomma, si tratta di tanti piccoli spunti che magari non getteranno luce su un mercato e un mondo complessi e sfaccettati. Di certo, però, possono contribuire a dare un’idea delle dimensioni del fenomeno e a portarci a riflettere sull’efficacia della normativa vigente in materia.

fatturato mercato escort in Italia

Un’infografica di Escort Advisor sul fatturato ipotizzato per il mercato delle escort in Italia

 

In apertura: foto del Duomo di Milano di Ștefan Jurcă

Commenti

commenti

Be first to comment