Fitness élite

Ceresio 7

Super lusso: la nuova generazione di centri fitness è elitaria, iper accessoriata, tecnologica e di design. Con aree Spa degne di un boutique hotel e lezioni cucite su misura. Anche a Milano.

di Marzia Nicolini

Oggi la vera tendenza nella community degli sportivi è spendere (investire) i propri soldi per allenarsi in palestre super lussuose. Essere parte di questi centri fitness diventa uno status symbol, da esibire con orgoglio come negli anni passati si faceva con l’orologio o l’auto. D’altronde la generazione Z è super attiva, per non dire ossessionata dalla forma fisica. Secondo una ricerca condotta quest’anno dal Physical Activity Council, il 65% dei giovanissimi fa sport, mettendo l’attività fisica tra i primi interessi. La tendenza in corso, gonfiata sui social da star gym-addicted come Adriana Lima o Halle Berry, sta portando alla nascita di centri sportivi da sogno. Vedi la nuova palestra Third Space: nel cuore di Londra, fresca di inaugurazione, assomiglia più all’interno di una Spa a molte stelle ed è pensata per lo stressato pubblico di manager che lavora nella City e ha bisogno di sfogarsi con lo sport. Cavalcando il trend della clean indoor air, la palestra è dotata di lampade UV con riflettori anodizzati al quarzo che rimuovono il 99,9% dei contaminanti biologici per un’aria più pulita, creando un’esperienza di allenamento senza eguali. Anche Milano non se la passa male in quanto a centri fitness di alta fascia, con un occhio a USA e UK per intercettare le ispirazioni più interessanti. Qualche esempio di quello che si trova nel capoluogo lombardo?

Iniziamo con una grande catena di importazione britannica (per l’appunto): la Virgin Active, presente in dieci Paesi nel mondo. Come spiega Ilario Volpe, Head of Product Development-Innovation di Virgin Active: «Tra gli elementi che rendono una palestra di qualità e al passo con i tempi c’è il servizio ai clienti, in primis, cui segue un ottimo livello di innovazione tecnologica e di prodotto, per garantire un allenamento adeguato». A Virgin Active va concesso il primato di offerta corsi: aggiornatissimi e in costante evoluzione. Altra grande catena è la GetFit, capillarmente diffusa a Milano. La loro punta di diamante è il centro di via Ravizza (metropolitana Wagner): in un ambiente dai colori morbidi, punteggiato di piante, ci si allena scegliendo tra una varietà di discipline, a terra e in acqua, potendo contare anche sul comfort dell’area benessere e del centro estetico. In parallelo, ecco che emerge un nuovo modello di palestra: di dimensioni ridotte, con un carnet di corsi altrettanto limitato (e mirato), il centro fitness diventa domestico, sartoriale, intimo, professionale. In questo caso l’ispirazione viene da New York e Los Angeles, dove la formula dello “studio” è collaudata da anni.

Get Fit di via Ravizza

Get Fit Ravizza

Un buon esempio è il Möt Studios di Moscova. Bisogna conoscerlo o averne sentito parlare, dato che si trova all’interno di un caratteristico cortile milanese immerso nel verde. All’interno spazi luminosi dall’interior accogliente e raffinato, più piccole chicche come i prodotti beauty naturali Cowshed nell’area docce. Ai clienti si concede massima libertà: si paga la singola lezione, si viene quando lo si desidera. Il vero plus sono i corsi: TRX, pilates, yoga e barre insegnati a piccoli gruppi, per un’esperienza personalizzata e motivante. Spiega Jan Pastori, fondatore dello studio: «L’idea è quella di uscire dal solito schema di palestra, che spesso si traduce in luoghi impersonali e sovraffollati. La personalizzazione dei corsi è per noi essenziale, così come la formula “pay-as-you-go”». Lezioni mirate, piccoli team di lavoro e forte customizzazione anche presso la (non distante) Natked, dove si propongono allenamenti one to one o classi di allenamento di massimo sei persone (dal climbing al tacfit), con l’inclusione di terapie osteopatiche e massoterapiche, in un concetto di benessere realmente olistico. Vale la pena citare anche altri due casi rappresentativi di palestre super lusso a Milano, iniziando da Ceresio7 Gym Spa, in zona Monumentale/Paolo Sarpi. A parte che qui vengono ad allenarsi moltissimi vip, si tratta di una palestra sfacciatamente esclusiva e alla moda, affiancata da un’area benessere dove ci si rimette – letteralmente – a nuovo (molto valida la crioterapia, a effetto antiage, anticellulite, antiossidante). Ci si sposta oltre San Siro per raggiungere Aspria Harbour Club, un club ameno circondato da prati e alberi, che include – tra gli altri servizi – campo da golf, 18 campi da tennis, piscina coperta e outdoor, un’area di allenamento di 2000 metri quadrati e un team di personal trainer dall’ottimo curriculum. Fiore all’occhiello, apprezzatissimo dai soci, l’area benessere, composta da percorso termale e trattamenti in cabina firmati Vagheggi e La Prairie. Dopo aver sudato in sala attrezzi, ci si ricompensa così.

INDIRIZZI
Virgin Active
corso Como 15

Möt Studios
via Francesco Crispi 3

Aspria Harbour Club
via Cascina Bellaria 19

Natked
via Amerigo Vespucci 12

Ceresio7 Gym Spa
via Ceresio 7

GetFit Ravizza
via Carlo Ravizza 4

In apertura: Ceresio7 Gym Spa.

 

Articolo pubblicato su Club Milano 47 novembre-dicembre. Clicca qui per scaricare il magazine.

Commenti

commenti

Be first to comment