#BArock – Stelle a Palazzo

Stelle a Palazzo

Lombardia, Piemonte, Puglia, Lazio e Veneto sono le prime cinque regioni chiamate a scendere in campo con i loro alfieri migliori nella rassegna di alta cucina Stelle a Palazzo. Ai fornelli Riccardo Bassetti, Michelangelo Mammoliti, i Bros’, Domenico Stile, Nicola Portinari.

di Redazione web | 18 febbraio 2019

Palazzo Saluzzo Paesana, il più vasto e articolato palazzo nobiliare della città di Torino, realizzato da Gian Giacomo Plantery fra il 1715 e il 1722 per conto del Marchese Baldassarre Saluzzo di Paesana, contenitore ideale per l’arte, a partire da febbraio sarà teatro di #BArock – Stelle a Palazzo, la prima edizione della rassegna di alta cucina in cui, alcuni tra i migliori chef stellati d’Italia si alterneranno mese dopo mese nelle cucine e nelle sale del Palazzo. I cuochi che arriveranno da tutta Italia saranno chiamati a interpretare con i loro piatti la doppia anima di un palazzo che per quanto barocco vuole svelarsi al mondo nella sua veste migliore, la più intrigante e rock che possiate immaginare.

Ogni mese una nuova stella, un nuovo racconto votato alla scoperta di quei sapori che da sempre contraddistinguono il nostro Paese. Ogni mese la protagonista è una diversa regione italiana perché tessere una tela capace di unire le teste più giovani, quelle più navigate e quelle per le quali conserveremo sempre un posto in fondo alla memoria, è l’obiettivo dichiarato.

Palazzo Saluzzo Paesana, Stelle a Palazzo

Palazzo Saluzzo Paesana, BArock – Stelle a Palazzo

Immaginate una galassia con le sue stelle che di volta in volta si racconteranno ai commensali accorsi per l’occasione. Lombardia, Piemonte, Puglia, Lazio e Veneto sono le prime cinque regioni chiamate a scendere in campo con i loro alfieri migliori, gli stessi che in una immaginaria partita a scacchi saprebbero fare quella differenza minima capace di creare il vantaggio sufficiente per arrivare alla vittoria. Nuove stelle e stelle consolidate insieme per un futuro che fa ben sperare.

A disposizione per tutti ci sono le sale settecentesche di Palazzo Saluzzo Paesana, dove negli anni oltre 50mila persone hanno potuto ammirare, in occasione di mostre personali e collettive, le opere dei migliori artisti contemporanei tra cui Ray Caesar, Sven Marquardt, Malleus, Patrick Moya, Marie Cecile Thijs. E soprattutto tutti potranno utilizzare i locali della nuova cucina, con le sue piastrelle in cemento, di gusto Novecentesco e i piani di appoggio in solide lastre in marmo bianco di Carrara che dettano la bicromia bianco e nero ricorrente in tutto lo spazio.

L’appuntamento è fissato all’interno dell’appartamento dei Marchesi, situato al Piano Nobile di Palazzo Saluzzo Paesana, subito sopra l’ex Teatro e il Cortile d’Onore. La regia della rassegna è affidata all’associazione BArock che in linea con lo stile delle cene prima ancora di definirsi rock ambisce a mettere in chiaro quanto importante possa essere un semplice suffisso, se ben narrato: BA è l’acronimo di Belle Arti. Perché è da li che siamo partiti, dall’arte, consapevoli del fatto che ogni forma di arte è sviluppata quasi sempre per scopi estetici più che dettati dall’utilità. Siamo nel campo delle arti visive, figurative, parliamo di forme di arte scenica o teatrale: pittura e scultura, musica e danza, teatro, architettura, fotografia, letteratura, cinema. Sono le sette arti alle quali si ggiunge il gusto, sapientemente messo in scena dai nostri chef.

Stelle a Palazzo, ritratto

BArock – Stelle a Palazzo, ritratto Le Chef de l’Hôtel Chatham

L’immagine
Le Chef de l’Hôtel Chatham è il dipinto custodito alla Royal Academy of Arts (United Kingdom) e ritrae il capocuoco dell’Hotel Chatham di Parigi. La firma è dell’artista irlandese William Orpen, raffinato disegnatore e famoso pittore di ritratti di successo per i ricchi nella società edoardiana.  È speciale ed è stato scelto per rappresentare la rassegna #BArock – Stelle a Palazzo perché grazie a questa opera per la prima volta è stata nobilitata la figura dello chef, rappresentando un lavoratore/operaio al pari di un nobile. Durante la prima guerra mondiale, Orpen fu il più prolifico degli artisti di guerra ufficiali inviati dalla Gran Bretagna al fronte occidentale. Lì ha prodotto disegni e dipinti di soldati ordinari, uomini morti e prigionieri di guerra tedeschi, oltre a ritratti di generali e politici. Da qui arriva la “posa” del cuoco che vedete ritratta nell’immagine, quasi come fosse un vero e proprio “ufficiale”.

L’artista
Arte e cibo sono da sempre interlocutori in un dialogo che non avrà mai fine e che era giusto onorare. La Rassegna #BArock – Stelle a Palazzo si vuole però spingere oltre, vuole aggiungere un pezzo, personalizzare e innalzare il cuoco di Orpen fino a farlo arrivare alle stelle, quelle che stanno in cielo, quelle cucite sul petto. Da queste premesse nasce la collaborazione con l’artista e fotografa torinese Miriam Colognesi che ha personalizzato e attualizzato il dipinto Le Chef de l’Hôtel Chatham.


Il calendario degli chef
19 febbraio 2019
Riccardo Bassetti * Stella Michelin
Ristorante La Tavola (Laveno Mombello – Lombardia)

19 marzo 2019
Michelangelo Mammoliti * Stella Michelin
Ristorante La Madernassa (Guarene – Piemonte)

16 aprile 2019
Floriano Pellegrino, Isabella Potì * Stella Michelin
Ristorante Bros’ (Lecce – Puglia)

21 maggio 2019
Domenico Stile * Stella Michelin
Ristorante Enoteca La Torre (Roma – Lazio)

11 giugno 2019
Nicola Portinari ** Stelle Michelin
Ristorante La Peca (Lonigo – Veneto)

Commenti

commenti

Be first to comment