Il distretto di food e design

All’interno della vitale via Paolo Sarpi, in cui l’internazionalizzazione ha trovato terreno fertile per  declinarsi urbanisticamente, la Design Week 2019 accoglie Dfood, il primo distretto tematico che lega insieme cibo e design.

di Marco Torcasio | 3 aprile 2019

Nasce il nuovo district tematico Dfood, nella zona milanese di via Paolo Sarpi, in cui food e design diventano protagonisti in occasione della Milano Design Week 2019. Nello specifico un palinsesto di eventi diversificato, dal 4 al 14 aprile, propone contenuti tematici scelti all’interno di un progetto dedicato al legame tra l’industria alimentare e il mondo del design. Ciò che Dfood si propone di diffondere è l’esistenza di una particolare e specifica realtà esperienziale-alimentare, sottolineando nuovi modi di pensare il design e, soprattutto, il design in relazione al food. Il luogo prescelto è PRESSO, il primo format multipurpose organizzato, impegnato a pensare al rapporto tra design e cibo con logiche di category management. Le sue location, progettate e arredate come veri appartamenti da usare in alternativa a casa propria per l’organizzazione di momenti conviviali, come cene o feste, oppure per meeting di lavoro, hanno innovato il tradizionale modello commerciale dello showroom in quello della “do-room”, più aderente ai comportamenti di consumo di oggi. Non più un luogo dove limitarsi a osservare e acquistare prodotti, ma un soggiorno caldo e personale in cui fare esperienza diretta dei prodotti stessi.

PRESSO e Design Group Italia (studio internazionale di design e innovazione) si fanno così promotori e convinti sostenitori del progetto comunicativo Dfood, realtà che abbraccia food e design in ogni loro aspetto: contesto e ambiente di consumo, comunicazione di valori nutrizionali, culturali, tecnici, ambientali, emotivi e sensoriali che si uniscono alla progettazione di un packaging funzionale, al trasporto, alla distribuzione e tutti gli aspetti correlati. Concetto-cibo e oggetto-cibo diventano, così, materia di studio, pensiero e cura da parte di chi ragiona allo stesso modo di un designer. Il ricco e composito programma di incontri e attività è rivolto ad addetti e appassionati sia di design sia di cibo, per dare risalto allo speciale connubio tematico in un polo milanese di vivace tradizione culturale, il cui punto di forza è l’energia del quartiere. Un distretto che si attiva organicamente, aprendosi e coinvolgendo i visitatori nel dialogo sul rapporto tra cibo e design tanto a livello locale quanto globale. Sono previsti così oltre 15 eventi, coinvolgendo oltre 12 location e più di 20 brand. Per l’occasione, si stima un flusso di 20 mila visitatori – il 5% del pubblico del Fuorisalone.

 

Dfood
4-14 aprile, Fuorisalone Milano
PRESSO
via Paolo Sarpi 60, Milano

Commenti

commenti

Be first to comment