PosSession

PosSession. Triennale Milano. Foto di Gianluca Di Ioia

Continua la collaborazione tra Triennale Milano e il carcere San Vittore grazie a PosSession un progetto dedicato alla detenzione femminile e al lavoro di recupero fatto in carcere attraverso l’arte, per un totale di due mostre fotografiche e uno spettacolo teatrale.

a cura della Redazione | 23 luglio 2019

Due mostre, una in Triennale e una a San Vittore e uno spettacolo teatrale (in programma il 23 luglio alle 21 nel giardino della Triennale) raccontano l’universo femminile dentro e fuori dal carcere, coinvolgendo la città in un percorso di immagini, eventi e spettacoli teatrali: ecco PosSession, un progetto il cui titolo allude sia alla sessione di posa sia all’idea che l’arte si impossessi di chi la pratica e di chi la fluisce. Gli scatti dei due allestimenti sono della fotografa e regista Cinzia Pedrizzetti ed entrambi sono stati realizzati all’interno del più ampio progetto teatrale dal titolo Diarios de Frida della compagnia CETEC dentro/fuori San Vittore con la direzione artistica di Donatella Massimilla, che da oltre 25 anni realizza progetti di teatro e arte in carcere a livello europeo e recentemente anche in Messico. «È stato un incontro in apparenza causale quello tra me e Donatella Massimilla, la regista che da 25 anni si occupa di teatro in carcere» – racconta la fotografa Cinzia Pedrizzetti che prosegue: «Certe coincidenze appaiono guidate da una forza universale perché tramite lei mi sono avvicinata ad una realtà che per me era sconosciuta, eppure sembrava disegnata su una mappa familiare e allo stesso tempo affascinante. Mi sono ritrovata quindi a contatto con un’umanità potente, capace di una grande voglia di espressione e di riscatto».

PosSession, mostra in Triennale

PosSession, mostra in Triennale

Il progetto è articolato in due mostre: in Triennale Milano (fino al 28 luglio) sono esposti gli scatti dedicati alle detenute e a San Vittore –  che il 10 e il 18 luglio ha aperto le sue porte ai cittadini – erano esposte le foto dei backstage delle prove e degli spettacoli teatrali allestiti in carcere. Per gli scatti, infatti, le detenute sono state immerse in due atmosfere differenti. Nella prima è stata creata un’illuminazione paradossale e anomala all’interno della cella, irradiando luci colorate, estremamente sature e per natura vicine al palcoscenico, quindi totalmente estranee alla realtà del carcere: le detenute hanno in questi scatti mantenuto i loro abiti quotidiani, interpretando se stesse. Nella seconda è stata conservata un’illuminazione naturale degli spazi, all’interno dei quali le detenute hanno indossato i costumi di scena dello spettacolo teatrale da loro interpretato. I ritratti sono stati scattati dalla fotografa, insieme a un team di professionisti e collaboratori, dopo aver assistito alla rappresentazione teatrale all’interno del carcere e aver raccolto una serie di appunti fotografici durante le prove, momenti di preparazione, messe in scena e incontri con le attrici e con la regista del laboratorio.

Il 23 luglio alle 21 nel giardino di Triennale è messo in scena lo spettacolo Viva la Vida, dove artisti, detenute ed ex detenute interpretano alcune pagine dal Diario di Frida, dando inoltre voce a canzoni e poesie dedicate all’artista messicana dalle detenute che ancora non hanno il permesso di uscire dal carcere. Così Gilberta Crispino, attrice e cantante storica del CETEC, fa rivivere la voce di Chavela Vargas, cantante messicana originaria della Costa Rica tanto amata dalla pittrice. Rivivono coppie di Frida, ammantate nei foulard scenografici degli artisti Giuliano e Linda Grittini. Tocca a loro narrare le proprie pagine di diario, coinvolgendo parte del pubblico a partecipare alla performance. Il tutto in un’ottica di inclusione e abbattimento della quarta parete, in cui le differenti Frida declamano nelle loro lingue d’origine versi e dediche alla pittrice messicana. Prima dello spettacolo, alle ore 19.00, Cinzia Pedrizzetti conduce un workshop di fotografia aperto a tutti.

 

PosSession
9 – 28 luglio 2019
Ingresso libero
Triennale Milano
viale Alemagna 6

Attività in Triennale
Workshop: 23 luglio, ore 19.00
Spettacolo teatrale Diarios de Frida: Viva la Vida: 23 luglio, ore 21.00
Ingresso libero

 

In apertura: PosSession, immagine dell’allestimento in Triennale Milano. Foto di Gianluca Di Ioia

Commenti

commenti

Be first to comment