Frequenze tropicali

Rita's Tiki Room

Tiki mania, atmosfere caraibiche, sapori hawaiani e corner a tutto avocado: il sogno esotico è servito in sette indirizzi da provare subito per cavalcare l’onda tropicale che ha travolto la città.

di Eliana Grassini

Esplode l’estate in città e anche se l’afa non tarda a fare capolino, Milano continua a riservare sorprese e nuove perle da scoprire che assecondano la sua attitudine alla mondanità, ma in direzione esotica, con un filone di indirizzi di ispirazione caraibica tutti da esplorare in attesa delle sospirate vacanze. Per la prima tappa di questo viaggio si approda sul naviglio con il microcosmo tropicale firmato da Edoardo Nono del Rita, che porta a segno un altro colpo vincente con il nuovo Rita’s Tiki Room, gate gastronomico destinazione Hawaii. Stravagante, scenografico, in perfetto jungle style, qui tutti i dettagli d’interior design richiamano le atmosfere tipiche dei tiki bar tra arredi in vimini, piante in ogni angolo e carte da parati floreali che ricreano la dimensione di una vera giungla urbana per far vivere agli ospiti un’esperienza totalmente immersiva. La drink list si divide tra icone della miscelazione tiki, dove il rum è indiscusso protagonista, una serie di signature sul tema targati Rita, frozen drink e i classici dell’aperitivo riletti in versione tiki. L’onda tropicale travolge anche il menu food realizzato con la consulenza di Eugenio Roncoroni di Al Mercato, che introduce proposte fantasiose da condividere durante l’aperitivo o per cena in un mix di sapori cantonesi e polinesiani. Noodles al latte di cocco e curry con gamberi e capesante, tacos al formaggio, involtini thailandesi, alette di pollo fritte vi conquisteranno e vi faranno convertire al credo tiki.

Avo Brothers, un piatto

Avo Brothers, un piatto

Cavalca l’onda tropicale anche un secondo indirizzo in tema che ha di recente aperto i battenti nel cuore della movida di corso Garibaldi con il nome di Jungle Tiki, un angolo esotico da scoprire tra tinte vivaci, arredi originali e una proposta da bere fatta di colorati twist on classic a base di rum, gin, mezcal e vodka. Restiamo in zona Moscova, ma viriamo in direzione gastronomica Messico & nuvole con Agua Sancta, mezcaleria dal fascino pop dove gustare specialità mex rilette con un tocco di sapori mediterranei, in tandem a una drink-list-ode a tequila e mezcal. Tacos gourmet, guacamole, nachos, insalate e l’immancabile aguachile, piatto tipico delle regioni settentrionali, proposto qui in versione upgrade con pregiati gamberi rossi di Mazara, sono pensati per accompagnare un aperitivo o cena insieme a un numero indefinito di Margaritas. Si prosegue con un viaggio in Brasile da Casa Tapioca, paradiso healthy che offre un menu energizzante e naturale tra acai bowl, insalate, crepes e piadine a base di tapioca, farina ottenuta dal tubero di manioca ricco di proprietà nutritive e gluten free. Da sempre presente nella cultura gastronomica brasiliana, ma ancora poco diffusa in Italia, la tapioca è un vero super food che consente di realizzare specialità leggere e a basso contenuto calorico, da farcire a piacere sia in versione dolce sia salata e da abbinare a juice, mocktail e frullati. Per i fan dell’avocado c’è Avo Brothers, il locale già diventato cult che ha fatto di questo frutto esotico la sua principale fonte di ispirazione dando vita a proposte gastronomiche mai banali per ogni momento della giornata. In questo tempio dedicato al frutto più desiderato dalla generazione millennial, il menu inizia dalla colazione con piatti originali come la Glow Bowl, frullato di frozen avocado, banana, spinaci e scaglie di cocco, o i pancakes al tè matcha da completare con uova, bacon e l’immancabile avocado.

Agua Sancta, Tacos margherita

Agua Sancta, gli interni del locale

Per il lunch c’è l’imbarazzo della scelta tra Floral Pasta Bowl con pesto di avocado, Avo Pizza, Avo Burger anche in versione vegan e Avo Toast con avocado, patate dolci e semi di sesamo. A completare l’esperienza un ambiente vivace e moderno che strizza l’occhio ai bistrot americani e dove il richiamo al frutto protagonista è immediato nella scelta dei colori e dettagli decor. Continua anche la poke-wave con due nuove aperture, la prima all’Isola da Manà Poke Bar, che fa della selezione della materia prima e della sostenibilità il suo biglietto da visita, e la seconda nella China Town meneghina di via Paolo Sarpi da Sushi Fun che, oltre al classico cibo nipponico, propone una selezione di bowl da customizzare sul momento con possibilità di mangiare in loco in un ambiente moderno sulle tonalità pastello con tavoli rialzati e un’originale carta da parati a tema marino. Insomma per fronteggiare il conto alla rovescia dalla partenza non resta che cavalcare l’ondata tropicale che ha travolto la città e farsi trasportare dalle summer vibes, accompagnati dal vostro cocktail preferito. Aloha.

 

INDIRIZZI
Rita’s Tiki Room
ripa di Porta Ticinese 69

Jungle Tiki
corso Garibaldi 111

Casa Tapioca
corso Garibaldi 55

Avo Brothers
corso XXII Marzo 25

Agua Sancta
corso Garibaldi 110

Manà Poké Bar
via Pietro Borsieri 41

Sushi Fun
via Paolo Sarpi 21

 

Articolo pubblicato su Club Milano 51 luglio – agosto 2019. Clicca qui per scaricare il magazine.

Commenti

commenti

Be first to comment