Capodanno cinese 2020 a Milano

capodanno cinese milano 2020

Il 25 gennaio si entra nell’Anno del Topo e nella Chinatown meneghina si preparano i festeggiamenti del Capodanno cinese 2020 che  a Milano culmineranno nella sfilata del 2 febbraio.

di Marco Agustoni | 21 gennaio 2020

Le strade della Chinatown milanese sono di nuovo in fermento. Come da tradizione, infatti, fra la fine di gennaio e la prima parte di febbraio si celebra l’ingresso nel nuovo anno: il Capodanno cinese 2020 segna l’arrivo dell’Anno del Topo, ricorrenza che ovviamente sarà festeggiata anche a Milano.

Quest’anno il Capodanno cinese cade sabato 25 gennaio, ma i festeggiamenti saranno spalmati, come al solito, su due settimane a partire dalla vigilia. I dintorni di via Paolo Sarpi si tingeranno del rosso delle lanterne tradizionali, ristoranti e chioschi prepareranno ravioli a non finire e in giro per le strade potremo ascoltare musica e assistere a spettacoli tipici (per scoprire dove festeggiare a tavola, cliccate qui).

capodanno cinese lanterne rosse

Le classiche lanterne rosse saranno protagoniste anche nel Capodanno cinese 2020 di Milano (foto: Bady)

La ragione di tutto questo “trambusto” è presto spiegata: vuole la leggenda che una volta all’anno esca dalla sua tana il mostruoso Nian, goloso di uomini (e di bambini in particolare), ma terrorizzato dai rumori e dal colore rosso, da cui i suoni della festa e l’usanza di utilizzare lanterne di questo colore.

Proprio la sortita del mostro è l’ispirazione per il momento più atteso del Capodanno cinese, ovvero la tipica Sfilata del Dragone, a base di grandi draghi di carta, costumi, balli, esibizioni di arti marziali e molto altro. Quest’anno l’evento, a cura dell’Associazione Diamoci la Mano con la partecipazione delle associazioni cinesi di Milano, si svolgerà domenica 2 febbraio dalle 14 e prenderà il via, come anche l’anno scorso, da piazza Gramsci.

Ma non c’è solo la sfilata. E non ci sono solo balli e luci, nel Capodanno cinese 2020 di Milano. Prima si citavano i ravioli, ed effettivamente il cibo è una componente essenziale di questa festività. E non di soli ravioli, per quanto questa pietanza sia associata in maniera inscindibile al Capodanno, vivono i cinesi. Ecco quindi che per l’occasione molti ristoranti cinesi, come ad esempio il Bon Wei di via Castelvetro con la sua proposta di ben dieci portate o il Chinese Township 168 di viale Jenner con la sua offerta per un minimo di dieci persone, hanno pensato a luculliani menù degustazione.

Un altro elemento tradizionale del Capodanno cinese sono i tipici ravioli (foto: sj Baren)

Anche le grandi compagnie e le firme della Moda vogliono partecipare al Capodanno cinese di Milano: la compagnia aerea di Hong Kong Cathay Pacific con una grande installazione a forma di topo che dal 24 al 30 gennaio sarà sistemata in corso Como, all’angolo con via Pasubio; le boutique di via Monte Napoleone decorando le proprie vetrine con motivi a tema e proponendo creazioni ispirate alla festa.

Per finire, visto che una ricorrenza di questo tipo è per forza di cose rivolta anche ai più piccoli, il Museo Popoli e Culture del PIME di via Monte Rosa coinvolgerà i bambini sabato 25 gennaio con un laboratorio a tema i cui partecipanti avranno l’occasione di realizzare la propria maschera da drago. E contribuire così, nel loro piccolo, a spaventare il terribile Nian…

Capodanno cinese 2020 PIME Milano

 

In apertura: la Sfilata del Dragone è il momento culminante del Capodanno cinese (foto: Ridwan Meah)

Commenti

commenti

Be first to comment