Milano non si ferma, ma rallenta

ristoranti milano coronavirus

Il Coronavirus non ferma i ristoranti di Milano che provano a reagire attivando inedite modalità di consegna a domicilio. In questo momento difficile, raccontiamo in questa guida chi rimane aperto, chi chiude temporaneamente e chi si appella al delivery.

di Marco Torcasio | 9 marzo 2020

I ristoranti di Milano, con il diffondersi del virus Covid-19, stanno vivendo una crisi importante. Molti hanno reagito lanciando campagne social guidate dagli hashtag #milanonsiferma e #milanokeepsoncooking per provare a esorcizzare l’immobilismo che minaccia l’intero comparto della ristorazione. Ma la crisi sanitaria derivante dal diffuso contagio del Coronavirus si aggrava giorno dopo giorno e il Governo corre ai ripari con un susseguirsi incessante di decretazione d’urgenza. Il nuovo decreto, pubblicato nel cuore della notte tra il 7 e l’8 marzo 2020 prevede delle misure dure per il settore dell’ospitalità e della ristorazione. La lettera “n” dell’articolo 1 del dispositivo firmato dal Presidente Conte così recita: “sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle 6 alle 18”. Per ora le restrizioni sono previste fino al 3 aprile. Ecco quindi come hanno deciso di organizzarsi alcuni tra i più noti ristoranti di Milano, tra chiusure vere e proprie, aperture controllate e nuove attivazioni delivery.

Ristorante Daniel Canzian

Lo chef Daniel Canzian lancia un nuovo servizio a domicilio che porta i piatti della sua cucina italiana contemporanea direttamente a casa. Quattro diversi menu e una proposta di finger food da abbinare al momento dell’aperitivo sono disponibili su prenotazione per un minimo di due persone. Si consiglia di telefonare allo 02 63793837 o scrivere a info@danielcanzian.com con buon anticipo rispetto all’orario di consegna. Il costo della consegna è di €10, mentre per gli ordini da 4 persone in su la consegna è gratuita.

Wicky’s Innovative Japanese Cuisine

Lo chef Wicky Priyan ha elaborato un menu speciale a pranzo o a cena per chi non intende rinunciare alle sue prelibatezze. La proposta comprende una selezione di piatti freddi, sushi e pietanze calde di carne e pesce che potranno essere prenotati al telefono e ritirati in loco, in comode scatole biodegradabili, in accompagnamento a vini e sake o soft drink, con uno sconto del 10% sul prezzo in carta. Il tutto, pagando in contanti o con carta di credito alla consegna.

Per chi non vuole proprio uscire di casa è disponibile anche un servizio delivery nell’area del Comune di Milano con consegne in tempi rapidi (da un minimo di 30 minuti a 1 ora al massimo di attesa). Gli ordini vengono recapitati a domicilio tramite taxi, gratuitamente per quelli di importo superiore a €120, mentre per tutti gli altri è previsto un costo di consegna di €15. In un caso o nell’altro il pagamento dovrà essere effettuato anticipatamente tramite PayPal (disponibile anche per gli utenti non registrati) cliccando su un apposito link che si riceve via SMS sul proprio cellulare.

Gli ordini si accettano dal martedì al venerdì dalle ore 10.30 alle 20 (solo il lunedì e il sabato dalle ore 16 alle 20). Le consegne saranno effettuate dal martedì al venerdì tra le ore 12.30 e le 14, per il pranzo, e tra le ore 19 e le 22, per la cena (il lunedì e il sabato solo a cena).

Wicky Priyan

Ristoranti aperti e servizio delivery

MU Corso Como resterà aperto per take away e consegna a casa dei pasti fino alle 18, seguendo le norme e l’evolversi della situazione giorno per giorno.

Il Ratanà ha messo in atto tutte le prescrizioni dettate delle ultime disposizioni governative, togliendo i posti a sedere al bar e distanziando i tavoli oltre un metro uno dall’altro.

Alfresco rimane aperto solo a pranzo fino al 3 aprile. «Fortunatamente i nostri ampi spazi e il giardino ci permettono di proseguire la nostra attività nella massima sicurezza, con adeguata distanza tra i tavoli e sfruttando gli spazi esterni» si legge in un comunicato social.

Il Finger’s Garden fornisce soltanto il servizio delivery.

Nuovo orario di apertura al pubblico per Moebius, dalle 11 alle 18, da lunedì a domenica.

Bowls and more è aperto fino alle 18.

Il ristorante [bu:r] di Eugenio Boer apre a pranzo 7 giorni su 7 dalle 12.30 fino alle 15.

Pescaria rimane aperto fino alle 18, assicurando la sicurezza negli ambienti come riportato sui canali social del locale. Delivery attivo su Glovo fino a mezzanotte.

Locanda Carmelina è chiuso al pubblico dalle 18. Fino alle ore 22 servizio da asporto e delivery attivo su Deliveroo.

GheSem (dim sum made in Italy) è a pranzo. Dalle 18 servizio delivery su Glovo e Deliveroo.

Free delivery disponibile su Deliveroo tutto il giorno fino alle 22 per Avo Brothers, aperto al pubblico fino alle 18.

Il Ristorante Osaka NON effettua più il Menù Delivery a partire dal 17 marzo 2020.

Don Juan Ristorante chiude a cena, ma rimane aperto a pranzo da martedì a domenica.

Ristoranti Chiusi

In ottemperanza a quanto indicato dalle disposizioni governative e ministeriali al fine di tutelare la salute generale e contenere in maniera efficace la diffusione ed il contagio da Coronavirus, rimangono chiusi fino al 3 aprile i seguenti ristoranti:

Antica Osteria Il Ronchettino
Björk – Swedish Brasserie
Bioesserì
Bon Wei
Canapè
Cantina della Vetra
Cenerè
Chic’n Quick
Chihuahua Tacos
Dimsum
El Porteño
Gianni – Noloso Pizzeria
Hosteria della Musica
Il Cestino
Il Cormorano
Il Tavolino
Innocenti Evasioni *
IYO Taste Experience *
IYO Aalto
La Griglia di Varrone
L’Alchimia *
Langosteria
La Società Milano
Lievità
Massimo Pisati La Cucina
MU dimsum
Muu Muzzarella
Orma Bruna
Osteria Brunello
Ost. delle Corti
Ost. Memà
Pacifico Ristorante
Pandenus
Penelope a casa
Sadler Ristoranete
Sakeya
SINE – Ristorante Gastrocratico
Taverna del Borgo Antico
Zazà Ramen

L’elenco è aggiornato al 10 marzo 2020. 

Commenti

commenti

Be first to comment