Lo smart cooking che resiste

Ristoranti delivery. Wicky-Priyan-prepara-il-suo-delivery

La ristorazione milanese d’eccellenza si riorganizza brevi tempore e reagisce a una nuova quotidianità fatta di distanze di sicurezza con una strenua controffensiva, tra epica dedizione al lavoro, servizi di delivery più sicuri e menu concepiti appositamente per essere ordinati a casa.

di Marco Torcasio

«Mi ha chiamato una signora che avrebbe voluto festeggiare il suo 40esimo compleanno. Mi ha detto che viveva da sola e, non potendo sedersi al mio bancone, visto che siamo chiusi, mi ha chiesto eccezionalmente di poter avere a casa un menu degustazione simile in tutto e per tutto a quello del mio ristorante, unitamente a una candelina e a un dolce. Ho fatto del mio meglio per poterla accontentare». Con queste parole lo chef Wicky Priyan riassume lo spirito con cui ha deciso di reagire alla crisi che l’emergenza sanitaria contingente ha riservato inevitabilmente anche ai ristoratori. Il suo ristorante Wicky’s Innovative Japanese Cuisine, dopo aver introdotto il servizio di delivery già durante i primi giorni dell’emergenza, adesso integra uno speciale menu ayurveda a base di curry, in virtù della sua nota azione antibatterica e antiossidante. A tale proposito il professor Ajay Kumar Singh della Sri Sri University ha, infatti, recentemente dichiarato: «La filosofia Ayurveda, e così la sua cucina, può portare la medicina verso un nuovo paradigma, contribuendo alla vittoria di grandi sfide». Sembra partire da queste considerazioni il mix di spezie pensato da Wicky (curcuma, tamarindo, cumino nero e zenzero fresco) che si riallaccia alle pratiche buddiste e ayurvediche. Il suo menu comprende piatti di carne, pesce o veggie, tutti a base di curry, con prezzi tra gli 8 e i 15 euro, a seconda delle dimensioni delle porzioni.

Ristoranti delivery. Rustin Negà a modo

Il menu Rustin Negà a modo mio di Daniel Canzian

Anche il Finger’s e Roberto Okabe hanno raccolto l’invito della campagna #iorestoacasa, estendendo il servizio di consegna a domicilio (avviato a inizio febbraio solo in fascia serale) anche in orario di pranzo. La formula scelta è quella del teishoku, il pasto tipico della cucina tradizionale giapponese Washoku, dal 2013 patrimonio immateriale dell’Unesco, che prevede un numero prestabilito di piccoli piatti serviti insieme. «Il teishoku è una semplificazione del Washoku e corrisponde a un veloce pasto fatto in casa» ci spiega Okabe. «Abbiamo inserito sia piatti caldi sia il sushi. Con i piatti caldi accontentiamo chi predilige la carne, il pollo e il pesce cotto. Nel sushi abbiamo, invece, diverse opzioni: i rolls, il chirashi e il sashimi. Anche la verdura è presente così da bilanciare l’apporto nutrizionale. Per la consegna abbiamo scelto Mymenu, quindi un partner consolidato che da sempre opera sul mercato del delivery con professionalità, puntualità e in tutta sicurezza affinché venga preservata la qualità del cibo». C’è poi lo chef Daniel Canzian, che porta a domicilio i piatti della sua cucina italiana contemporanea su prenotazione, per un minimo di due persone. Dal lunedì al sabato il costo della consegna è di 10 euro, mentre per gli ordini da 4 persone in su la consegna è gratuita. «Nei menu di Daniel Canzian a casa tua ho scelto i piatti più idonei per essere rigenerati parzialmente o totalmente a casa, senza intaccarne la qualità. Tutto viene consegnato all’interno di contenitori ermetici in alluminio e in buste sottovuoto. Ogni elemento deve essere ripreso in forno, in acqua o microonde. La consegna avviene in taxi, evitando il contatto diretto con il cliente e le istruzioni per completare i piatti sono inviate via audio su whatsapp direttamente da chi fa la consegna» ha tenuto a precisare lo stesso Canzian, quando gli abbiamo chiesto ulteriori specifiche sulla sicurezza dei pack. Così mentre l’emergenza causata da Covid-19 minaccia in maniera forte il settore della ristorazione, queste iniziative messe in piedi in tempi record dimostrano che i grandi nomi del food possono fare la differenza per mantenere vivo il mercato, trasformando quello che noi tutti conosciamo con il nome di smart working in un vero e proprio smart cooking.

Ristoranti delivery. Teishoku con gyoza di Roberto Okabe, foto di Francesco Mion

Teishoku con gyoza di Roberto Okabe, foto di Francesco Mion

INDIRIZZI
Wicky’s Innovative Japanese Cuisine
corso Italia 6
Finger’s
via Keplero 2
Ristorante Daniel
via Castelfidardo, angolo via San Marco

 

ANCHE LA PIZZA D’AUTORE ARRIVA A CASA
Non solo cucina italiana, sushi e piatti speziati. I milanesi sono proverbiali estimatori anche di pizza. Chi non rinuncia a quella d’autore neppure in quarantena sarà felice di sapere che, in via Solferino 7, Così fa Antonino Esposito, in tutta risposta all’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha attivato un servizio di pizza delivery con Mymenu sia a pranzo che a cena. www.cosimilano.com

 

In apertura Wicky Priyan prepara il suo delivery

 

 

Articolo pubblicato su Club Milano 55 marzo – aprile 2020. Clicca qui per scaricare il magazine.

Commenti

commenti

Be first to comment