Nuove date per un Mare di Champagne

Un mare di Champagne

È rinviato al 20 e 21 settembre (causa emergenza Covid-19) l’evento dedicato al mondo dello champagne organizzato, ad Alassio, dal Consorzio Macramé – Dire Fare Mangiare, che quest’anno ha raggiunto l’ottava edizione.

di Redazione web | 28 aprile 2020

Era la primavera 2012 quando un gruppo di sette ristoratori della città di Alassio decise di collaborare alla creazione di uno dei più importanti eventi nazionali dedicati al mondo dello champagne. Era il Consorzio – Macramé – Dire Fare Mangiare e l’evento era Un Mare di Champagne. «A un certo punto, nel 2012 abbiamo sentito l’esigenza di dialogare, di essere più partecipi alle attività del territorio, insomma di dare il nostro contributo fattivo per tenere sempre acceso un faro su Alassio e le sue molteplici eccellenze, attraverso iniziative ed eventi in linea con la nostra vocazione. Fare gruppo si è rivelata un’esperienza formativa anche per noi stessi e le nostre attività», dichiara Barbara Porzio, rappresentante del Consorzio.

Il 7 e 8 giugno si sarebbe dovuta tenere l’ottava edizione. Otto, come simbolo della capacità di raggiungere risultati duraturi e come numero dell’equilibrio cosmico. La capacità non è stata messa a repentaglio, né tanto meno in discussione, ma è dovuta sottostare a un problema di forza maggiore: il Covid-19. La pandemia non ha fatto sì che l’evento fosse annullato, quanto piuttosto posticipato. Sono stati gli stessi organizzatori ad annunciare le nuove date: «Il nuovo appuntamento sarà ospitato sempre nella stessa location ad Alassio, ma il 20 e 21 settembre: un importante momento di unione e confronto per lo sviluppo di nuove sinergie tra ristoratori ed eccellenze enogastronomiche di Alassio, capaci di promuovere questo splendido territorio e le sue peculiarità. È fondamentale in questo preciso momento storico stringere nuove sinergie, fare rete, confrontandosi per realizzare nuovi progetti».

Un mare di Champagne

L’evento: “Un mare di Champagne” è rimandato a settembre

La location, il Diana Grand Hotel di Alassio, rimane invariata, così come il format. «Il format è rimasto all’incirca lo stesso fin dalla prima edizione. – prosegue Barbara Porzio con il suo racconto – La giornata del lunedì, dalle 12.00 allo 20.00, è un evento rivolto principalmente agli operatori del settore Horeca che in questo contesto trovano una vastissima gamma di Champagne e anche di eccellenze gastronomiche dall’Italia e dal mondo; lo Champagne Gala Night è, invece, il momento più mondano, aperto a tutti gli appassionati e non, una cena gourmet dove ospitiamo grandi Chef e Chef stellati non solo liguri, dove si bevono grandi Champagne, si balla; insomma una serata all’insegna del divertimento».

Ciò che arricchirà l’edizione 2020 saranno i contenuti culturali intorno allo champagne. Da una parte un corso dedicato a “Come raccontare il vino” diretto a giornalisti, esperti del settore, appassionati e blogger e dall’altra un momento in cui bartender internazionali racconteranno e faranno assaggiare i loro cocktail preparati con lo champagne, senza dimenticare i consigli sulle giuste modalità di abbinamento e conservazione.

Ultima, ma non da meno, sarà la caratteristica inclusiva dell’evento, che coinvolgerà anche tutte le attività commerciali che decideranno di collaborare.

Un’emergenza ha fatto sì che non ci fossero i giusti presupposti per festeggiare a giugno; una decisione presa in tempo utile, permetterà ci auguriamo di brindare a settembre.

Commenti

commenti

Be first to comment