Videochiamate perfette

Videochiamata. Foto-pch-vector-da-www.freepik.com

Volete fare bella impressione su chi vi vedrà e ascolterà? Cercate una piattaforma nuova per un meeting più originale o un uso consapevole degli smartphone per i più piccoli? Ecco qualche consiglio.

di Victor Venturelli | 16 aprile 2020

L’attuale emergenza sanitaria ha trasformato la videoconferenza in uno strumento inevitabile sia per il lavoro sia per le interazioni personali. Proprio per questo numerose aziende si sono attivate per dare consigli, suggerimenti, talvolta proponendo nuove modalità, per effettuare video call. Una sorta di memorandum non solo per evitare di incappare in brutte figure durante un meeting aziendale o durante una lezione online, ma anche soluzioni pensate per i più piccoli.
Zoom, Messenger, Whatsapp, Skype, Google Hangouts, Microsoft Teams sono tutte ottime piattaforme in grado di sopperire a quella che è una distanza fisica da colmare.
Vi proponiamo di seguito i consigli di alcune aziende su come affrontare al meglio una videochiamata.

 

Kaspersky, i 5 consigli per una video call perfetta


Prima fra tutti l’azienda russa Kaspersky ha stilato un vero e proprio vademecum su quali siano le modalità migliori per evitare una figuraccia davanti allo schermo e sfigurare di fronte alle persone con cui siamo connesse. Eccone i punti principali:

-Prepararsi in anticipo per la videoconferenza
Accedere in anticipo alla vostra app per le videochiamate per verificare che tutto sia in ordine e, in caso di problemi, avere il tempo di risolverli. Un esempio? Controllare che la batteria del dispositivo sia carica.

-Disattivate il microfono come prima cosa
Disattivare il microfono quando non si sta parlando. Sentire sospirare o sbuffare in sottofondo rende difficile la concentrazione e potrebbe non essere apprezzato dal vostro capo.

 -Assicuratevi di avere una connessione veloce e adeguata
Assicurarsi di aver eliminato dalla vostra rete la “concorrenza” sulla vostra banda larga. Disattivare la connessione al Wi-Fi dei diversi dispositivi che si possono avere in casa è un modo per implementare la connessione ed effettuare una buona videochiamata. Una connessione via cavo Ethernet di solito batte il Wi-Fi, soprattutto se vi separano dal router un paio di pareti di cemento e l’etere è intasato dalle reti dei vicini collegati a Internet contemporaneamente.

-Individuate le impostazioni e le caratteristiche che vi servono
Se non volete che la vostra videoconferenza venga interrotta da situazioni spiacevoli e improvvise studiare le diverse funzionalità, disattivando determinati tipi di impostazioni può essere un modo per avere tutto sotto controllo, si pensi alla possibilità dei partecipanti di condividere il proprio schermo del computer.

-Siate presentabili
Durante le videoconferenze di lavoro, assicuratevi di indossare abiti adeguati (anche dal busto in giù, non si sa mai). Per non correre rischi, comportatevi e vestitevi come se foste a una riunione tradizionale. Anche la scelta del luogo di casa dove procedere con la chiamata può essere un punto a favore. www.kaspersky.it

 

Wiko, lo smartphone? Uno strumento per i più piccoli

Da Wiko, il marchio di telefonia franco-cinese, arriva un consiglio per l’utilizzo degli smartphone da parte dei più piccoli. Un invito all’uso consapevole del cellulare in questo periodo di quarantena. La videochiamata ai nonni da parte dei nipotini. Lo smartphone, così come altri dispositivi hi-tech, consentono di mantenere il legame con gli affetti più cari nonostante la distanza. Ma Wiko avverte, è importante non forzare i piccoli, ma rispettare le loro esigenze e volontà di contatto senza stabilire dei ritmi troppo serrati, qualora non fossero graditi. wikomobile.com

 

Brando: con l’assistente virtuale i meeting aziendali online sono più semplici e immediati

In ambito aziendale invece nascono vere e proprie piattaforme per semplificare lo smart working, in grado di connettere team, reti commerciali e intere filiere di distribuzione. Come Brando, innovativo gestionale della comunicazione, ideato e sviluppato dall’agenzia fiorentina WE RAD, che consente di coordinare da un’unica piattaforma comunicazione e rete vendita.
Ottimizzato per il lavoro a distanza, Brando è un vero e proprio assistente virtuale che permette a tutti i membri di una squadra di comunicare attraverso una “chat intelligente”, divisa per macroargomenti e di organizzare meeting online anche per team estesi su scala internazionale. Non ci sono limiti al numero di utenti che possono connettersi e operare simultaneamente sulla piattaforma. Non un sistema statico quindi, ma un vero e proprio assistente virtuale, capace di evolversi e generare dinamicamente materiali visivi, come icone e font, grazie anche ai manuali di stile digitali, aggiornabili e consultabili direttamente dalla piattaforma.

 

In apertura foto pch-vector da www.freepik.com

 

Commenti

commenti

Be first to comment