Ricette milanesi: i mondeghili

Trattoria Masuelli - Mondeghili

I mondeghili sono tra i piatti della tradizione milanese ancora oggi più diffusi sul territorio. Di cosa si tratta? E in quali ristoranti poterli mangiare?

di Marco Torcasio | 7 giugno 2020

Mentre in Italia il termine polpetta si riferisce a una preparazione prevalentemente tondeggiante a base di carne trita, a Milano questo stesso tipo di preparazione viene indicata con il termine mondeghilo o, al plurale, mondeghili.

La parola mondeghilo/i in realtà deriva dall’arabo “al-bunduc”. È infatti questo popolo che insegnò a quello spagnolo l’usanza di confezionare una sfera di carne trita, per poi friggerla. I castigliani chiamarono questa preparazione “albondiga”. Da quest’ultimo termine, i milanesi ricavarono la parola albondeguito che, successivamente, diventò albondeghito, per arrivare nel tempo a “mondeghilo”.

A questo riguardo, l’autore Francesco Cherubini nella sua opera Dizionario Milanese-Italiano (Milano 1839), scrive: “Mondeghili: specie di polpette fatte con carne frusta, pane, uovo, e simili ingredienti”.

A oggi non esiste una ricetta definitiva, ma nel 2008 è arrivata una De.Co. (Denominazione Comunale) che ha fissato gli ingredienti per quattro persone: 300 g di avanzi di carne lessata; un uovo; la mollica di rosetta di pane bagnata nel latte, strizzata e passata al setaccio; prezzemolo tritato; buccia gialla di limone a volontà; sale; burro per la frittura. La De.Co. (Denominazione Comunale) sta a indicare l’appartenenza di un prodotto, di un piatto a un territorio. Non essendo un marchio, ma un riconoscimento dato dall’Amministrazione Comunale a prodotti gastronomici legati al territorio comunale e alla sua collettività, non si pone sullo stesso piano delle denominazioni d’origine. Ma è comunque un primo segno di appartenenza tra una popolazione e un dato territorio.

Gli ingredienti principali dei mondeghili sono quindi gli avanzi di carne, tipicamente manzo per via della sua diffusione sulle tavole milanesi: il piatto nasce infatti dalla necessità di non sprecare avanzi di abbondanti cene e pranzi festivi. Sono molti i ristoranti che, sotto la Madonnina, ne offrono una propria interpretazione.

I mondeghili di Trattoria Masuelli

«I mondeghili sono uno dei piatti di recupero della tradizione meneghina. Nel mio ristorante – ci racconta Chef Max Masuelli di Trattoria Masuelli – sono sempre nel menù, sono una ricetta semplice, un piatto “povero”, ma sempre apprezzato e richiesto dai clienti di tutto il mondo». Ecco la sua ricetta.

Mondeghili (per 4 persone). Ingredienti:

2 coste di sedano
2 carote
1 cipolla
300 gr di carne di vitello (o bollito)
100 ml di vino bianco
sale e pepe q.b.
100 gr di salame
100 gr di salsiccia di maiale
50 gr di spinaci o verze

Mondeghili Trattoria Masuelli, chef Max Masuelli

Ristoranti di Milano e mondeghili

Con la bella stagione il ristorante Ratanà ha pensato a una proposta per il pranzo da prendere e portare via. Focacce gourmet e gli immancabili mondeghili per un pranzo al parco. (Tra l’altro Ratanà e Trattoria Mauselli sono rinomate anche per un altro grande classico della cucina milanese: il risotto allo zafferano, vedete qui). Tornando alle polpette meneghine, invece, l’Antica Osteria il Ronchettino, simbolo della tradizione meneghina, propone i mondeghili con salsa agrodolce. La Pesa Trattoria li mette in carta tra le specialità meneghine. La Trattoria del Nuovo Macello propone mondeghili con salsa agrodolce di carote e ketchup di pomodoro. Appena fuori Milano, Cascina Caremma li chiama “mondeghini” e li accompagna con pak choy e maionese allo zenzero.

Ratanà Mondeghili

Indirizzi

Trattoria Masuelli
Viale Umbria 80, Milano

Ratanà
Via Gaetano de Castillia 28, Milano

Antica Osteria il Ronchettino
Via Lelio Basso 9, Milano

La Pesa Trattoria dal 1902
Via Giovanni Fantoni 26, Milano

Trattoria del Nuovo Macello
Via Cesare Lombroso 20, Milano

Cascina Caremma
 Via Cascina Caremma, 2, 20080 Besate (MI)

Commenti

commenti

Be first to comment