Don Giovanni ai Bagni Misteriosi

Michela-Murgia_Don-Giovanni

Appuntamento il 30 agosto ai Bagni Misteriosi del Teatro Franco Parenti, per immergersi nella storia del Don Giovanni di Mozart ora riscritta e interpretata da Michela Murgia con l’accompagnamento alla fisarmonica di Giancarlo Palena.

di Redazione web | 25 agosto 2020

La scrittrice, drammaturga e critica letteraria Michela Murgia (qui la nostra intervista di qualche tempo fa) è anche una melomane esperta che per l’occasione ha riscritto il Don Giovanni di Mozart.

L’occasione per vederla interprete del monologo Don Giovanni. L’incubo elegante è domenica 30 agosto alle 21.30 ai Bagni Misteriosi del Teatro Parenti.

Nell’operazione di riscrittura Michela Murgia ha mantenuto inalterati i personaggi del libretto di Da Ponte, ed ecco allora che in scena insieme alle gesta del noto protagonista libertino e bugiardo, sono narrati anche fatti, misfatti e pensieri del suo incauto assistente Leporello e del serioso Don Ottavio. Come a ricalcare, in tre declinazioni differenti, gli stereotipi, ancora presenti nel nostro mondo contemporaneo, dell’“essere maschio”.


L’universo femminile è, invece, incarnato da tre donne molto diverse l’una dall’altra, a rappresentare anche qui tre archetipi comportamentali. Così accanto a donna Anna, esempio di rigore morale e ossequio delle tradizioni, troviamo Elvira, tradita e costantemente beffata da Don Giovanni ma illusoriamente convinta di poterlo redimere, e Zerlina, donna curiosa che armata di malizia intende affacciarsi al mondo con comportamenti frivoli e infantili.

Attraverso la descrizione dei personaggi dell’opera mozartiana, Michela Murgia svela la sua esperienza e la sua posizione in tema di rapporti di coppia, riflettendo sulle infinite sfaccettature della psicologia maschile che incontra – e si scontra – con l’universo femminile.

A punteggiare questo arguto flusso di coscienza l’immancabile musica di Wolfgang Amadeus Mozart, per l’occasione eseguita dalla fisarmonica di Giancarlo Palena.

Commenti

commenti

Be first to comment