Milano, I’m back

Rientro in città

Controesodo o back to work, che dir si voglia, non ti amiamo. Ci spiace doverlo ammettere, ma un antidoto al disagio da rientro in città non esiste. Esiste però una guida alla sopravvivenza all’insegna del “food power” capace di rimetterci di buon umore in cinque super mosse. Vediamole.

di Marco Torcasio | 8 settembre 2020

La colazione da Gelsomina

Appena inaugurata la seconda Gelsomina della città, nuova insegna della pasticceria milanese. Il locale arioso e luminoso rievoca la passione mediterranea e le vacanze, con un mood che parla al cuore e ricorda lunghe colazioni al sole, la felicità semplice di condividere una colazione, una merenda o un pranzo leggero in compagnia, leggendo un libro e godendosi l’attimo. A capo del team da Maggio 2020, l’Executive Pastry Chef Paola Bertolli, giovane pasticcera con alle spalle esperienze di successo come Palazzo Parigi, Pavé e Martesana, che ogni giorno si dedica a ricercare e scovare nella cultura culinaria italiana materie prime, lavorazioni e specialità uniche e poco conosciute a Milano come l’introvabile marmellata di gelsi neri o le Busiate – direttamente da un pastificio di Trapani – con pesto siciliano. Fin dal primo mattino Gelsomina profuma di dolci buoni, con le sfoglie e i lievitati generosamente farciti, o le brioche siciliane con il tuppo. Ma si può scegliere anche la colazione salata, tutti i giorni fino alle 16. Stupiscono le monoporzioni e i pasticcini curatissimi: ci sono le frolle con il frangipane e la frutta fresca, i cannoncini, i bignè e tanti altri dolci golosissimi.

Pane, burro e confettura d’arancia

Il luxury brunch al Four Seasons

Il 20 settembre l’iconico hotel del Quadrilatero della moda ritorna ad accogliere ospiti e milanesi per il suo celebre brunch. Il menù elaborato dall’Executive Chef Fabrizio Borraccino si ispira ai più autentici sapori di casa e include primi piatti, selezioni di pregiati salumi e formaggi, arrosti, gelati artigianali creati dal Pastry Chef Daniele Bonzi, cocktail d’autore e tanto altro ancora. Il tutto servito direttamente al tavolo in family style. L’offerta è completata inoltre da intrattenimento musicale dal vivo, un’area giochi e un servizio di babysitting gratuito. Novità di questa edizione, la decorazione realizzata appositamente per l’Hotel dal suo celebre Artistic Director Vincenzo Dascanio, che ha ripensato gli ambienti esaltandoli con luci e installazioni floreali.

Il pranzo della domenica al SINE – Ristorante Gastrocratico

Non il classico brunch all’americana, ma una formula più vicina a quella del pranzo della domenica tra le mura di casa. Roberto Di Pinto, chef e founder del locale, riparte così alla volta di una nuova stagione. Per gli ospiti un’ampia scelta di antipasti sia freddi che caldi, serviti in porzioni concepite per la condivisione. Non mancano classici della domenica milanese come il vitello tonnato o l’insalata di mare, ma ogni settimana piatti nuovi entrano in carta. Tra i primi magari troverete un maccherone napoletano oppure un risotto alla mantovana e tra i secondi un galletto al forno o in alternativa una parmigiana di melanzane. Molto curato anche il banchetto dei dolci. L’accoglienza e l’eccellente qualità delle materie prime vi aiuteranno a combattere la nostalgia di casa al rientro in città.

Cappelletti ripieni di datterino liquido, salsa di burrata e variazioni di pomodori

Good vibes per l’aperitivo al 21 Way Of Living

A Milano apre il Bistrot firmato 21 Way Of Living, un nuovo indirizzo gastronomico da appuntarsi sulle note dell’iPhone. Lo spazio nel cuore di Città Studi firma un menù eclettico, in grado di viaggiare lontano con il palato alla scoperta dei sapori mediterranei grazie alle origini israeliane dello chef e alla sua grande passione per l’Italia. Cuore pulsante dell’offerta gastronomica è il Bistrot. Dalla colazione alla cena, passando per il pranzo, gustosi break pomeridiani e l’ora dell’happy hour, 21 Way Of Living arricchisce l’esperienza di ogni ospite con una proposta ristorativa aperta non solo a chi soggiorna in struttura, ma a tutta la città. Oltre ai classici cocktail, il bar self standing open air ha inaugurato una Cocktail&Wine List ricca di preparazioni originali, nate dalla voglia di celebrare Milano e l’Italia, raccontando storie attraverso il palato. E mentre si aspetta che il sole cali, è bello sorseggiare qualcosa di fresco nella corte esterna della struttura. Per un rientro in città in slow motion.

Fuga esotica da Milano a San Paolo

Batukada è una tipica espressione brasiliana che descrive il suono dei tamburi utilizzati nella samba. Ma non solo. Da poco è anche il nome di un ristorante di sushi brasiliano specializzato in Robata e Caipirinha che, grazie alla competenza dello chef Jean Carlo de Lima, propone una cucina sperimentale e autentica. Brasiliano di nascita, giapponese di formazione, italiano di adozione. Lo chef gode di un’esperienza trentennale nella preparazione di piatti nippo-brasiliani. Sin da giovane ha lavorato con i ristoranti e chef più prestigiosi di San Paolo, Salvador di Bahia, Recife per poi arrivare in Italia, più precisamente a Roma, Porto Cervo e Milano. Ideatore di molti piatti tipici della cucina brasiliana di Milano, punta a stupire con abbinamenti inediti mixati alla perfezione per un goloso risultato. Per un rientro in città che profuma ancora di vacanza.

Ostriche e salsa Ponzu

Indirizzi

Gelsomina
Via Fiamma 2, Milano

Four Seasons
Via Gesù 6-8, Milano

21 Way Of Living
Via Enrico Nöe 24, Milano

SINE – Ristorante Gastrocratico
Viale Umbria 126, Milano

Batukada – Robata & Caipirinha
Via Amerigo Vespucci 12, Milano

Commenti

commenti

Be first to comment