@storiedisperanza

Emergenza Coronavirus nella foto ceckpoint e tenda triage all'Ospedale Civile di Brescia cronaca Brescia 02/03/2020 foto Matteo Biatta

Inaugura lunedì 12 ottobre in corso Vittorio Emanuele la mostra fotografica liberamente fruibile dai passanti #Covid-19@storiedisperanza che racconta storie, realtà e protagonisti della pandemia. Un invito alla cittadinanza attiva e alla solidarietà. Fino al 10 gennaio.

di Marilena Roncarà | 12 ottobre 2020

Hope Onlus, l’organizzazione umanitaria che dal 2005 aiuta bambini e comunità in difficoltà in Italia e in Medio Oriente presenta #Covid-19@storiedisperanza, un progetto che è insieme una mostra fotografica all’aperto e un programma educazione e formazione rivolto alle scuole secondarie di I e II grado. Si tratta di una successione di azioni e iniziative ispirate all’esperienza della pandemia da coronavirus che hanno l’obiettivo di creare una narrazione itinerante rappresentativa di un evento accessibile a tutti e sperimentabile di identità e di ricostruzione.

Nella foto: Bergamo città alta deserta causa decreto coronavirus . 12 Marzo 2020. ANSA Tiziano Manzoni

Situata su strada in corso Vittorio Emanuele e facilmente fruibile da tutti i passanti fino al 10 gennaio 2021, la mostra alterna un racconto delle città italiane improvvisamente trasformate dalla chiusura totale della vita pubblica e civile durante il lockdown al racconto di coloro che si sono spesi dando il proprio contributo personale: medici, infermieri e volontari.

Emergenza Coronavirus, nella foto triage all’Ospedale Civile cronaca Brescia 09/03/2020. Foto di Matteo Biatta Coronavirus Emergency.

Città: con 10 fotografie delle 4 regioni italiane più colpite nel periodo di lockdown (Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto); ospedali: con 6 fotografie della vita dei nosocomi improvvisamente trasformata; protagonisti con 2 fotografie dei volti di chi ha vissuto in prima linea la pandemia a servizio dei malati e Hope in azione con 12 fotografie sull’operato umanitario dell’organizzazione non profit, a servizio degli ospedali in Italia e all’estero, con la testimonianza della prima missione di emergenza sanitaria Covid-19 in Brasile, sono le 4 sezioni in cui è suddivisa la mostra. 

Italy, Lazio, Roma – Trinità dei Monti con Piazza di Spagna. In primo piano la fontana barocca La Barcaccia di Pietro Bernini

Un importante veicolo di conoscenza, vicinanza e condivisione è quello offerto dalle didascalie delle immagini in mostra, che riportando le testimonianze dirette dei protagonisti.

«Sono “storie di speranza” perché raccontano la profonda speranza di un bene condiviso che rappresenta il valore fondante delle scelte di tutti coloro che non si sono risparmiati nel sacrificio e nella dedizione personale». Dichiara Elena Fazzini, fondatrice e segretario generale di Hope Onlus, che prosegue: «una speranza operativa non rappresentata solo da un astratto ideale, ma da un impegno quotidiano e un desiderio di aiutare, nonostante i limiti. I limiti di risorse, i limiti di cura, i limiti delle istituzioni. Ma sempre una speranza operativa». 

@storiedisperanza Hope Onlus
@storiedisperanza Hope Onlus

La mostra vede, tra gli altri, la partecipazione di importanti fotografi come Andrea Frazzetta, Greta Stella, Nanni Fontana, Eugenio Grosso, Vittorio Sciosia, Matteo Biatta, mentre Orith Kolodny ne è l’Art Director.

Itinerante e gratuita la mostra fotografica resterà a Milano per tre mesi per permettere all’organizzazione non profit milanese di coinvolgere il maggior numero di studenti in un programma di sensibilizzazione alla cittadinanza attiva, al rispetto delle norme, alla solidarietà.  Da Milano proseguirà poi nelle città di Bergamo, Brescia, Londra, Parigi e San Paolo. 

Tutte le info su hopeonlus e sulla pagina FB di Hope Onlus.

In apertura: Emergenza Coronavirus nella foto ceckpoint e tenda triage all’Ospedale Civile di Brescia cronaca Brescia 02/03/2020. Foto di Matteo Biatta

Commenti

commenti

Be first to comment