Stories e sostenibilità

Stories_ WHITE_GENNAIO

Il brand piemontese Stories dopo White WSM digital, è presente anche a Pitti Uomo 99 con le sue “uniformi urbane” e sempre all’insegna di una moda sostenibile. Appuntamento dal 21 al 23 febbraio 2021.

di Redazione web | 19 gennaio 2021

Il brand del designer piemontese Stefano Giordano, Stories, è stato uno dei protagonisti di White WSM Fashion Reboot, un format dedicato all’innovazione sostenibile organizzato, per la prima volta in forma digitale, dal 16 al 18 gennaio 2021. L’evento, andato in scena grazie al supporto del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (Maeci), dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (Ice-Agenzia) e della partnership con Confartigianato Imprese, ha visto la presentazione di 40 collezioni sostenibili uomo e unisex, tra cui Stories. «Non mi aspettavo di essere inserito all’interno di questa stretta cerchia di brand» ha detto il designer Stefano Giordano molto entusiasta. «E non credevo sarebbe mai stato messo a sistema, su una piattaforma visibile a tutti, alcun gruppo di aziende capaci di andare concretamente verso un concetto di sostenibilità».

I capi presentati da stories al White WSM digital

Il brand piemontese, che si è sempre distinto per utilizzare materie prime meno inquinanti per ridurre l’impatto ambientale, ha presentato una selezione di 25 capi unisex – t-shirt in lana merino, capispalla, bomber, giacche, cravatte, maglie, doppiopetto, cappellini – e il primo paio di occhiali in bio-acetato in anteprima assoluta. Realizzati con una stampante 3D in collaborazione con Barriqule – il brand di occhiali nato nel 2014 dall’idea di Lorenzo Tufo – gli stessi spiccano per l’utilizzo della versione biologica del materiale, che non presenta derivati dal petrolio, e per la custodia, realizzata con un tessuto in lana merino. Per l’occasione sono stati presentati anche due capi speciali – una t-shirt e una maglia cuciti al contrario – che vogliono rappresentare l’idea di non nascondere nulla, nemmeno ciò che ci viene più spontaneo. «L’idea che vi rimarrà in testa – dichiara il designer Stefano Giordano – è quella di avere a che fare con delle vere e proprie uniformi urbane, con dei pantaloni che nel modello ci riportano agli anni ’70, con l’aggiunta di una chiusura coulisse che agevola quanti per spostarsi sceglieranno una bici, invece di un motore che quasi sempre finisce per inquinare l’aria che respiriamo».

I capi: dettagli e qualità

I tessuti tecnologici, interamente prodotti fra Alba e quindi il Piemonte e la Puglia, sono futuristici e trendy, senza tralasciare l’importante aspetto della comodità. Sono realizzati in lana merino ZQ, la più pregiata, che presenta proprietà idrorepellenti e isolanti e permette di conferire traspirabilità e leggerezza ai capi finali, termoregolati e antivento.
Quattro sono i look che contraddistinguono questi prodotti a filiera corta, in cui ogni passaggio viene monitorato, a partire dalla lavorazione della lana grezza neozelandese, che viene tinta ancora come matassa, per risparmiare il 70% del colore.

Appuntamento a Pitti Uomo

Dopo questo importante appuntamento, per il brand piemontese è già tempo di pensare al prossimo. Dal 21 al 23 febbraio 2021, Stories è anche alla Fortezza da Basso di Firenze per Pitti Uomo 99, lo storico salone della moda maschile, già attivo in formato digitale il 12 gennaio su Pitti Connect, la piattaforma lanciata da Pitti Immagine per supportare le aziende nella presentazione delle collezioni e nei contatti di business con i compratori internazionali.

Commenti

commenti

Be first to comment