Milano è ancora fashion

Milano Fashion Week febbraio 2021

È di scena la Milano Fashion Week, che torna per presentare le collezioni del prossimo autunno-inverno. Nell’era in cui le sfilate fisiche cedono il passo a quelle digitali e cambiano i codici della comunicazione dei fashion brand, Milano rimane ugualmente protagonista.

di Redazione Web Club Milano | 22 febbraio 2021

A un anno esatto dall’inizio della pandemia, il mondo della moda ha imparato a sperimentare nuovi strumenti per raccontarsi e proporsi, cambiando radicalmente i codici della propria comunicazione. L’entertainment fatto di folle, eventi frenetici, corse, spettacolo ha ceduto il passo a formule semplificate, immediate e rese più “dirette”. Dirette streaming confezionate per intercettare un uditorio smaterializzato, connesso per via telematica, ma comunque presente. Così anche per questa tornata di passerelle la Milano Fashion Week prende vita sulla piattaforma di CNMI dedicata, che continua a rendere fruibili i contenuti della settimana della moda in maniera digitale, oltre che sui profili Instagram di ciascun brand coinvolto.

Un format sempre più “phygital”

La Milano Fashion Week è una delle quattro più grandi manifestazioni di moda al mondo, insieme a Parigi, New York e Londra. Ma, mentre le altre capitali dalla moda globale hanno preferito rimanere nella comfort zone del digitale anche in occasione di questa tornata di sfilate post lockdown, Milano fa la differenza ospitando la prima Fashion Week “phygital”, neologismo coniato ad hoc per definire un format ibrido a metà tra fisico e digitale. Una strategia guidata da Carlo Capasa, Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, ma condivisa su larga scala dall’intera filiera tessile nostrana.

Gli appuntamenti in calendario sono ben 140: 68 sfilate, 65 presentazioni (di cui alcune solo su appuntamento) e 7 eventi. Martedì 25 febbraio alle ore 14.00 tocca a Prada, Giorgio Armani ha scelto le ore 12.00 di sabato 27, Dolce & Gabbana le 16 di lunedì 1 marzo, ultimo giorno della Milano Fashion Week, per citare i milanesi.   

«Il ricco calendario di questa edizione di Milano Moda Donna dimostra come sia tanta la voglia da parte delle maison e degli operatori di raccontare al mondo, ieri attraverso le sfilate e oggi attraverso la rete e il digitale, il nostro gusto del bel bello e del ben fatto oltre alla nostra grande maestria artigiana» dichiara Cristina Tajani, Assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive, Moda e Design del Comune di Milano.

Milano Fashion Week A/I 21-22

Undici brand italiani emergenti sono i protagonisti di un pop-up dedicato presso la Rinascente di Milano in piazza Duomo, che inaugura durante la Milano Fashion Week. All’interno del nuovo 4 piano dedicato al ready-to-wear e a un’offerta contemporary di shoes e sneakers, la mecca dello shopping milanese ospita una selezione di proposte dei brand Marco Rambaldi e Greta Boldini; le collezioni inclusive di Fantabody; i prodotti sostenibili di Vitelli, Gentile Catone e THEMOIRè; DROMe, specialista fiorentino nella lavorazione della pelle; il knitwear di MRZ; lo spirito contemporary di Melampo; la femminilità di Sara Battaglia e il glamour del footwear brand Giannico.

«Ancora una volta Rinascente vuole esserci, per la città con la città nella città, anche in questo momento così complicato. Siamo dunque onorati di ospitare nei nostri spazi di vendita di Rinascente Piazza Duomo e online le collezioni e le personalità di una nuova generazione di giovani designer che operano con passione e tenacia nel nostro Paese» afferma l’AD di Rinascente Pierluigi Cocchini.

La fashion week verrà inaugurata la sera del 24 febbraio alle 21:00 con il party digitale “CNMI MEETS CLUB DOMANI”, sul profilo Instagram di CNMI. Il DJset a cura di Andrea Ratti e Sergio Tavelli prenderà vita in una delle più emblematiche location cittadine: il Museo del ‘900.

In apertura: due modelle in look di Marco Rambaldi, sotto l’obiettivo del fotografo Stefano Guindani. Lo shooting è stato realizzato alla Stazione Centrale di Milano.  

Commenti

commenti

Comments are closed.