Ricominciare a correre

Corsa all'aperto, Foto di Andrea Piacquadio da Pexels

Ispirati da un nuovo libro fotografico dedicato al running, abbiamo stilato una lista di percorsi per dare sfogo allo stress e dedicarsi alla liberatoria corsa all’aperto. Pratica Covid-safe da rimettere a fuoco adesso che inizia la bella stagione.

di Marzia Nicolini | 17 marzo 2021

Da Ryan Reynolds a Ethan Hawke, senza dimenticare il milanese Linus, sono tanti i vip che sfruttano ogni ritaglio del proprio tempo libero per dedicarsi alla corsa. Liberatorio, specie se condotto all’aria aperta, idealmente nella natura, questo sport alleggerisce dallo stress, oltre a garantire un ottimo allenamento cardio.

«Fondamentale, per chiunque desiderasse sfruttare la bella stagione per darsi alla corsa all’aperto, è iniziare l’allenamento con una sessione di mobilità pre-running, allo scopo di riattivare caviglie, ginocchia e anche, riscaldandosi e ossigenando i tessuti», raccomanda il personal trainer Matteo Piran che consiglia di allenarsi partendo da una camminata a passo veloce, seguita da corsa lenta, per poi, gradualmente, aumentare l’intensità.

Il libro must have per i cultori della corsa all’aperto

Se oggi parliamo di corsa all’aperto è grazie all’ispirazione di una nuova uscita editoriale, che ha immediatamente catturato la nostra attenzione. Trattasi del libro fotografico “On The Run” (Gestalten Editore) e, come da titolo, interamente dedicato alla corsa. Meglio, a chi corre, dato che si tratta di un album dedicato alla vasta e variegata famiglia dei runner, unitamente a una raccolta dei migliori percorsi e delle più celebri competizioni per chi ama la corsa. Non è un caso che il volume esca in questo periodo: secondo l’autore, il maratoneta e atleta di endurance Nick Butter, la corsa all’aperto è lo sport numero uno in tempi di pandemia. A zero costo, praticabile ovunque e in solitaria, non mette a rischio nessuno ed è un potentissimo anti-stress.

Corsa all'aperto, libro On The Tun Gestalten
“On the Run. Running Across the Globe” Gestalten Editore. Co-Editor Nick Butter

Corsa all’aperto e itinerari lombardi

Per chiunque desiderasse darsi alla corsa all’aperto, da principiante o da runner ultra navigato, ecco alcuni itinerari lombardi da percorrere ed esplorare.

Parco Nord offre diversi percorsi in piano, protetti dal traffico e con il vantaggio di superfici ben asfaltate. Due i principali itinerari podistici: il primo parte a nord dell’aeroporto di Bresso, il secondo a sud della via Padre Turoldo a Cinisello.

Corsa all'aperto Milano, Parco Nord
Parco Nord, foto via Instagram

Parco Ticinello è un parco nella zona Sud di Milano tutto da esplorare. Unico avvertimento: è in fase di riqualificazione. L’area include dei sentieri ancora non battuti, dunque meglio armarsi di scarpe lavabili perché potreste incontrare tratti fangosi.

Corsa all'aperto, Parco Ticinello
Parco Ticinello

Inverigo è un paesino della Brianza amato anche da Stendhal. Raggiungibile in mezz’ora d’auto da Milano, vanta una serie di percorsi immersi nel verde, tra suggestive ville storiche protette dalle Belle Arti. Non mancano i saliscendi.

Corsa all'aperto Lombardia, Inverigo
Inverigo, sentiero. Foto via Facebook.

Costeggiando Canale Villoresi, un importante canale di irrigazione di fine Ottocento, si possono percorrere 86 chilometri e attraversare oltre 20 comuni nelle provincia di Milano e Monza Brianza. La corsa all’aperto lungo il canale termina in prossimità della foce nel fiume Adda, a Cassano d’Adda.

Corsa all'aperto Milano, Canale Villoresi
Canale Villoresi. Foto via Instagram

Comments are closed.