Tecno weekend vol. IV

droni migliori

Sono l’estensione dei nostri occhi e della nostra immaginazione, possono riprendere le nostre gesta volandoci attorno o lanciarsi alla scoperta di luoghi e prospettive che normalmente non potremmo vedere né fotografare. Ecco tre dei migliori droni in circolazione a confronto.

di Paolo Crespi | 23 aprile 2021

Droni, che passione! Si potrebbe pensare che quelli destinati all’intrattenimento siano la naturale evoluzione degli aeromodelli radiocomandati, che a loro volta hanno origine e riferimento nella storia del volo e dell’aviazione. Ma a prescindere dai materiali e dalle tecnologie, la differenza è sostanziale e sta nel punto di vista.

Quando si fanno compiere evoluzioni acrobatiche ai piccoli velivoli a motore, spesso costruiti e messi a punto con le proprie mani, tutta l’attenzione è infatti puntata sull’oggetto volante. Quando invece si ha a che fare con i droni di ultima generazione, variamente equipaggiati, il focus è sulle inedite prospettive che essi ci offrono sul mondo esterno grazie alle telecamere di bordo e agli strumenti in grado di mostrarci le riprese in tempo reale e registrarle su vari supporti, affinché possano essere inserite come “effetto speciale” in un video, in una presentazione, in un profilo social.

I droni sono i nostri occhi, letteralmente. Poi, certo, ci sono gli impieghi professionali: militari, commerciali, documentaristici, di monitoraggio dei territori e delle infrastrutture per garantirne la sicurezza. Ma questa è tutta un’altra storia…

DJI Air 2S

Dedicato alla fotografia aerea in movimento, questo è uno dei migliori droni in circolazione. Compatto, monta un sensore da 1” e un nuovo sistema di autopilota con rilevamento degli ostacoli e funzioni di ripresa automatica. Tra i suoi plus c’è una sorta di “segui persona” che vi aggancia e documenta dall’alto le vostre esplorazioni con i dati trasmessi in tempo reale dalle 8 videocamere di bordo, che garantiscono video in alta risoluzione (fino a 5.4K) e foto da 20 megapixel.

droni migliori DJI Air 2S
DJI Air 2S

Caratteristica top: grazie al DJI motion controller (opzionale), si può governare il quadricoptero con i movimenti naturali della mano.

Cconsiglio d’uso: aggiungendo il drone alla dotazione fissa del vostro zaino, avrete sempre a disposizione un occhio mobile veloce e sensibilissimo.

Parrot Anafi

Dopo aver aperto alcuni anni fa la strada ai droni consumer, il produttore francese si è dedicato a prodotti professionali, mantenendo però la linea Anafi, alla portata dei (passatemi il termine) “dronamatori”. L’ultima versione raggiunge una velocità di 55 km/h e grazie anche al suo telaio in carbonio può resistere a venti fino a 50 km/h. Il drone è sempre pronto all’uso: le sue ali si dispiegano in 3 secondi d’orologio.

droni migliori, Parrot Anafi
Parrot Anafi

Caratteristica top: super silenzioso, ha 25 minuti di autonomia. La sua “navicella” può ruotare verticalmente di 180°, rivoluzionando l’angolo di ripresa.

Consiglio d’uso: divertitevi con le funzionalità hyperlapse (time-elapse dinamico) e slow-motion, ideali per dare un tocco di originalità ai montaggi video.

Powervision PowerEgg X

Ha forma ovoidale. Quando non vola (spingendosi fino a 6 km di distanza dal suo pilota), può trasformarsi in una divertente foto-video-camera 4K grandangolare, fissa o portatile, dotata di stabilizzazione a tre assi e riconoscimento facciale.  Una caratteristica, questa, da “intelligenza artificiale”, molto utile nelle riprese dinamiche. Quando è in missione per nostro conto, il drone ha un’autonomia di mezzora e la possibilità di sincronizzare via app le immagini riprese in volo con un audio registrato a terra.

droni migliori, Powervision PowerEgg X
Powervision PowerEgg X

Caratteristica top: il drone, unico nel suo genere, può volare con la pioggia e atterrare sull’acqua grazie a galleggianti e custodia waterproof.

Consiglio d’uso: mettetelo alla prova quando seguite gli eventi sportivi, compresi quelli “bagnati” di vela e windsurf.

Commenti

commenti

Comments are closed.