Tecno Weekend Vol. III

fotocamere digitali migliori, foto pexels

Belle, durevoli e supercool. Sono le fotocamere di alta gamma, scelte da un’élite di appassionati e dai professionisti che amano sperimentare. Ma quali sono le fotocamere digitali migliori per riscoprire il fascino della vera fotografia?  

di Paolo Crespi | 9 aprile 2021

Galvanizzati ma anche appiattiti dal “digital imaging” di buon livello offerto da tutti gli smartphone degni di questo nome, in molti, da anni, abbiamo dimenticato del tutto il piacere e le perfomance delle vere fotocamere, quelle con cui si realizzano tuttora le immagini di maggior qualità e a più alto tasso creativo. E che, oltre all’investimento iniziale, talvolta cospicuo, richiedono, per essere utilizzate al meglio, un’attitudine fotografica ben diversa dalla gratificazione immediata del semplice “point and click”. Il tempo sospeso che viviamo, caratterizzato da un ritorno più meditato all’osservazione della realtà urbana e di quella naturale, può essere l’occasione per cominciare ad apprezzare di nuovo (o per la prima volta) il mondo affascinante e complesso della fotografia. Questa volta puntiamo in alto ed esploriamo il segmento più esclusivo delle fotocamere digitali. Ecco le migliori da comprare per sognare un po’…

Hasselblad 907X 50C

È una fotocamera mirrorless (priva cioè dello specchio fra ottica e sensore presente nelle più tradizionali reflex) di medio formato, caratterizzata da un display posteriore inclinabile. Lo storico brand svedese, famoso anche per le foto lunari del programma spaziale Apollo, abbina qui il suo corpo macchina più compatto a un dorso digitale che racchiude il meglio dell’elettronica oggi disponibile.

fotocamere digitali migliori, Hasselblad 907X 50C
Hasselblad 907X 50C

Ccaratteristica top: grazie al display inclinabile a 90° si può impugnare la fotocamera all’altezza della vita e scattare dimenticando il mirino.

Consiglio d’uso: utilizzabile in ogni contesto, vi darà infinite soddisfazioni in quelli più “statici”, come i paesaggi e i ritratti.

Leica M10-R

L’aspetto vintage, con le finiture in argento cromato, non tragga in inganno. La fotocamera della casa tedesca, costruita parzialmente a mano intorno a un generoso sensore da 40 Megapixel, dell’illustre passato ha solo la filosofia di fondo: essere uno strumento per farci pensare l’immagine prima di realizzarla. La solidità dei materiali e il fantastico “grip” vanno proprio in questa direzione.

fotocamere digitali migliori, Leica M10-R
Leica M10-R

Caratteristica top: tutti i comandi fotografici sono rigorosamente meccanici, utilizzabili anche a fotocamera spenta.

Consiglio d’uso: scordatevi gli automatismi e concedetevi il lusso di scattare in manuale, a partire dalla messa a fuoco.

Sigma DP2 Quattro

Tra le migliori fotocamere digitali compatte, la giapponese con ottica fissa da 19 mm F/4 e sensore Foveon a immagine diretta ha un aspetto davvero fuori del comune. La fotocamera presenta caratteristiche innovative, apprezzate anche dai fotografi più evoluti, che la raccomandano per la qualità impareggiabile del dettaglio, l’approccio ragionato allo scatto e l’ergonomia. In mano a chiunque non passa inosservata.

fotocamere digitali migliori, Sigma DP2 Quattro
Sigma DP2 Quattro

Caratteristica top: la sua particolare forma dilatata la rende molto comoda nell’uso e sicura nell’impugnatura.

Consiglio d’uso: sfruttate appieno la sua ottica grandangolare e mettetela alla prova anche nelle foto notturne.

Commenti

commenti

Comments are closed.