#Lovemilano Cap. 3

Club Milano raccoglie sul proprio profilo Instagram l’amore per la città della Madonnina attraverso le emozioni condivise con l’hashtag #Lovemilano. Collettore digitale di una community che si nutre di racconti e immagini.

di Redazione Web Club Milano | 2 aprile 2021

#LOVEMILANO è una dichiarazione d’amore dei nostri lettori verso la nostra meravigliosa città. Club Milano, attraverso il proprio profilo Instagram non farà altro che raccogliere giorno per giorno questa passione comune attraverso immagini, racconti ed emozioni pubblicati con l’hashtag #LOVEMILANO. In questa terza puntata (qui il Cap.2) angoli di una vecchia Milano mai dimenticata incontrano gioielli d’architettura, mentre la città accoglie la primavera.

Milano, #lovemilano via delle Forze Armate
Credito @kenblue65
Via delle Forze Armate

La vecchia casetta di Via Forze Armate 163, el “Tabacche’ de la Crea”. La mia Milano, quella della vita semplice di una volta, del tabaccaio sotto casa che quando ti vedeva ti regalava le caramelle. Questa è Milano anche oggi, una città solo apparentemente fredda, ma con un cuore grande.

Milano, #lovemilano FAI Villa Necchi Campiglio
Credito @graziella_germano
FAI – Villa Necchi Campiglio

Io resto in veranda. Shades of Green – Villa Necchi Campiglio by Piero Portaluppi, 1935

Milano, #lovemilano via Canonica
Credito @isa_going
Via Canonica

Spring delivery! Un inaspettato angolo di primavera tra i bei colori di via Canonica.

Milano, #lovemilano Via Lepanto Casa Iglù
Credito @andreacherchi_foto
Via Lepanto

Eschimesi a Milano? Non proprio. Quando pensi di sapere tutto di Milano e potresti addirittura partecipare a un gioco a premi e vincerlo, Milano è lì pronta a stupirti. Sempre. Lo avreste detto che esistono casette a forma di igloo? Ebbene si, esistono e non sono lì da ieri, magari edificate in occasione di Expo o di un Fuorisalone. Sono lì, nel quartiere della Maggiolina in via Lepanto, dal 1946 e sono opera dell’estroso ingegner Mario Cavallè. Inizialmente le casette igloo erano molte di più e vi erano anche costruzioni a forma di fungo, poi, si sa, intervenne la “follia” demolitrice dell’edilizia anni ’60, e di casette ne rimasero molte meno e sparirono quelle a forma di fungo. Da queste casette, qualcuno si stupirà e se vi capita, non vedrete uscire Eschimesi … ad uscire ed entrare saranno Milanesi.

Milano, #lovemilano Chiesa di San Sepolcro
Credito @barbaraarcuni
Chiesa di San Sepolcro

Venerdì Santo. Incoronazione di spine, autore ignoto, XVI sec, terracotta policroma, Chiesa di San Sepolcro, Milano. Tutti abbiamo delle spine che ci fanno soffrire: sono le difficoltà che accompagnano la nostra quotidianità, le sofferenze fisiche, le delusioni, le incomprensioni, le nostre incapacità, la perdita delle persone che amiamo, i dubbi, le paure, le incertezze economiche, la solitudine, l’abbandono… E ognuno di noi sicuramente ha accanto o conosce almeno una persona che porta la propria corona di spine. Oggi vorrei quindi ricordare tutte le persone che soffrono fisicamente e nell’anima, soprattutto chi si trova in gravi difficoltà in questo periodo di pandemia, perché possano sempre trovare accanto a sé qualcuno pronto a sostenerle.

In apertura, via Lepanto. Foto di @andreacherchi_foto

Commenti

commenti

Comments are closed.