Il take away parla italiano

Milano offre mille luoghi dove “prendere e portare via” un pasto veloce ma se il take away vi sembra una cosa moderna, sappiate che da sempre le gastronomie propongono portate ricercate e sfizi di ogni sorta nel pieno rispetto della tradizione nostrana.

di Antonella Armigero | 6 settembre 2015

Sono nate decine di app che ci permettono di scegliere, ordinare e far arrivare dove vogliamo ciò che vogliamo mangiare, a qualsiasi ora del giorno. Cinese, giapponese, hamburger, pizza e kebab, qualsiasi pietanza vogliate consumare, c’è sempre qualcuno disposto a soddisfare i vostri desideri. Ci dimentichiamo però delle rosticcerie e delle gastronomie che preparano ogni giorno una cucina più tradizionale, proponendo pietanze elaborate, o piatti che hanno il sapore di una volta, perfetti comfort food o soluzioni geniali per il pranzo della domenica, occasioni speciali comprese.
Ecco di seguito una selezione delle gastronomie per tutti i gusti e tutte le tasche da quelle storiche alle nuove arrivate in città, per accontentare i veri amanti del take away all’italiana.

Giannasi

Giannasi

Chi non conosce Giannasi? Dal 1967 è sinonimo di pollo allo spiedo a Milano. Questo chiosco in via Buozzi, a pochi passi da Porta Romana, racchiude una storia di famiglia, del signor Dorando Giannasi, che negli anni ’50 lascia il suo paese nell’Appennino tosco-emiliano per aprire una piccola attività in città con la sorella Graziella e il fratello Luciano, un’avventura che perdura anche oggi con impegno e determinazione, tanto da valere a Dorando la nomina di Cavaliere del Lavoro nel 1990 e nel 2010 l’Ambrogino D’Oro. Ma lasciando da parte le onorificenze, concentriamoci sulle specialità, affianco al pollo arrosto dorato e croccante, il chiosco negli anni si è modernizzato offrendo streetfood di qualità, dai bastoncini di polenta fritti, alle olive all’ascolana, dagli arrosti alla trippa alla milanese, ma anche le lasagne come le fa la nonna o i nervetti tipici milanesi.

Rosticceria Galli

Rosticceria Galli

Nasce nel 1949 la Rosticceria Galli, che da 56 anni cucina piatti prelibati per la clientela più esigente di Corso Vercelli. Qui oltre ai piatti pronti più consueti, la vera chicca sono le specialità gastronomiche milanesi doc. Se volete fare un salto nella tradizione culinaria meneghina potrete scegliere tra: pasta e fagioli, polenta, brasato, ossibuchi e la famosa casseula cucinata con gli ingredienti e le ricette di una volta. Un tuffo nel passato direttamente dal bancone alla vostra tavola.

Peck

Peck

Dalle proposte più “casalinghe” a quelle più ricercate: Peck è un vero e proprio tempio della gastronomia. Punto di riferimento per i gourmant di tutto il mondo, inizia la sua storia nel lontano 1883 con un salumiere di Praga, Francesco Peck che decide di aprire una bottega di salumi e carni affumicate in stile tedesco in via Orefici, diventando da quel giorno una delle più prestigiose salumerie della città. Fornitore della Casa Reale agli inizi del ‘900, la celebre gastronomia resta in via Orefici durante la prima guerra mondiale fino alla vendita nel 1912 e al trasferimento dei locali in via Spadari, sede odierna. Molta strada è stata fatta da allora, molti personaggi famosi si sono riforniti in quello che è considerato uno dei luoghi di culto per gli amanti delle ricercatezze gastronomiche. Uno spazio quadruplicato, con tre negozi interni che interagiscono tra loro: la Rosticceria, la Casa del Formaggio e la Bottega del Maiale, oltre a un’elegante sala da tè. Qui si ritrova ancora la “Milano bene”per fare la spesa, ma anche tanti turisti in cerca della vera qualità gastronomica italiana, per portarsi a casa un souvenir prima della partenza. L’offerta è, infatti, davvero vasta, dalle conserve e sott’oli alla pasta fresca, dagli arrosti ai primi piatti pronti, ai capponi, dai cotechini ai manicaretti più sfiziosi cucinati direttamente nelle cucine a vista e consigliati dai gastronomi presenti dietro ai banchi, in guanti bianchi ovviamente. Imperdibili le vetrine allestite durante le festività, davvero spettacolari.

Procacci Milano

Procacci Milano – © Massimo Sestini

Ricercate sono anche le specialità offerte da Procacci, la storica gastronomia fiorentina che da pochi giorni è approdata a Milano in Corso Garibaldi 79. Un’eccellenza toscana fregiata nel 1925 del titolo di fornitore ufficiale della Real Casa ottenendo persino il brevetto regio da Vittorio Emanuele III. Oggi è possibile scegliere tra una selezione di piatti semplici e gustosi come carpacci, panzanelle, pappa al pomodoro e tantissime specialità al tartufo. Gli amanti di questo pregiato tubero non possono non assaggiare i panini reali dalla ricetta segretissima, se ne conoscono infatti solo gli ingredienti principali: tartufo appunto, foie gras, burro di acciughe, salmone, gelatine e brie, il tutto racchiuso da un pane morbidissimo preparato nello stesso modo dal 1885, anno di nascita della gastronomia a Firenze. Qui oltre a portar via queste pietanze potrete sedervi per un pranzo o un aperitivo, infatti questa è una delle prime rosticcerie bistrot in città dove al buon cibo è più che lecito abbinare un ottimo calice di vino.

 

INDIRIZZI:

Giannasi
Piazza Buozzi

Rosticceria Galli
Corso Vercelli, 8

Peck Milano
Via Spadari

Gastronomia Procacci
Corso Garibaldi, 79

 

Foto d’apertura Gastronomia Procacci, foto © Massimo Sestini.

Commenti

commenti

Be first to comment