La cura dei colori

Cromoterapia, piatti da portata Peggy, Coincasa

Arredo tessile, rivestimenti, accessori e pareti nei toni della felicità. La cromoterapia rivela sfumature psicologiche inaspettate nell’arredamento degli spazi domestici. E se la scelta della nuance porte-bonheur è perlopiù soggettiva, ecco i consigli dell’esperto per incorporare le cromie più positive nell’interior design di casa.

di Marzia Nicolini | 25 febbraio 20221

La cromoterapia è psicologia? Assolutamente sì. Come ben noto agli arredatori e agli architetti di interni, la cromoterapia applicata all’ambiente domestico, attraverso la scelta di mobili, tessuti e materiali in determinate nuance, aiuta il mantenimento (o la ricerca) della serenità. La collezione primavera 2021 di Coincasa “Oasi Urbana”, ad esempio, è dedicata all’arte moderna. Il tema ha un’immagine figurativa, pittorica e scultorea, in un vivace mix di colori: azzurro, rosso, giallo, verde, arancio. Gli oggetti si ispirano alle avanguardie del ‘900 tra forme sinuose e decorazioni a macchia di colore.

In fondo, come profetizzava Chagall: “nelle nostre vite c’è un solo colore che dona senso all’arte e alla vita stessa. Il colore dell’amore”. A voi la libera scelta tra l’effetto color block oppure punti di colore sapientemente distribuiti nei vari spazi di casa. Non prima, però, di aver capito quale sia il vostro personalissimo colore dell’amore.

Una palette cromatica per ogni ambiente

Paolo Rota, direttore e co-founder dello studio di architettura di interni RotaGiorgino, considera i colori come le note di uno spartito musicale, da miscelare sapientemente per creare una sinfonia riuscita. Ecco come.

«Iniziamo col dire che il nostro occhio tende a notare maggiormente i colori caldi rispetto a quelli freddi. Tale scelta influenza direttamente l’energia dello spazio: mentre i primi si apprezzano molto negli spazi di intrattenimento, aiutando a creare un’atmosfera allegra e accogliente, i secondi, specie se nelle sfumature tenui e poudré, funzionano meglio nella zona notte e nello studio, dove si apprezza il loro influsso calmante e meditativo.

Alcuni consigli: nello spazio cucina, sì al giallo e al rosso terra, energizzanti e positivi per eccellenza. In camera da letto, invece, è indicatissimo il blu scuro, la nuance Stiffkey Blue di Farrow & Ball, ad esempio. Questo tono di blu infonde serenità e senso di protezione e può essere alleggerito da tende e arredi bianchi e luminosi, in un perfetto equilibrio cromatico. Se avete uno studio e magari siete in smart working, provate l’effetto dell’arancione: a sorpresa, questa colorazione amatissima da Kandinsky, favorisce la concentrazione e aiuta tanto la creatività, quanto la produttività. Nella stanza da bagno vi invito a provare l’effetto rasserenante del rosa, oggi sdoganato a tutti gli effetti come nuance gender-free. In sala, la scelta diventa particolarmente soggettiva: c’è chi intende questa zona come votata al relax, da cui il consiglio delle famose cinquanta sfumature di grigio, chi la vede come spazio di intrattenimento e preferisce shade calde e vibranti, dal corallo all’arancio».

Cromoterapia mix and match, le ispirazioni di design

Divanetto in tessuto Kinoko, a firma del designer Mentsen per Zilio A&C. Segni particolari: struttura architettonica minimalista e curve morbide del rivestimento, più ampi braccioli per appoggiare libri, riviste, una bevanda calda.

Cromoterapia e design, divanetto in tessuto Kinoko

Shelford di Nube Italia è un’invitante poltrona con base in massello di legno tinto e rinforzi in metallo, struttura interna in metallo con doppie cinghie elastiche, rivestita in poliuretano espanso indeformabile. Design di Marco Corti e Paola Vella. Tanta, tanta comodità.

Cromoterapia e design, poltrona Shelford di Nube Italia

Di Momocca, Julia JA06 è una madia componibile completamente configurabile, con struttura in acciaio, mensole in legno e strategici pannelli scorrevoli, imbottiti su entrambi i lati. Il bello: offre tantissime possibilità cromatiche.

Cromoterapia e design, madia componibile Julia JA06 di Momocca

Elleboro è un invitante letto a due piazze con solida struttura in legno massello dalla finitura naturale e morbida testiera in tessuto. Made in Portogallo, è un prodotto del brand Ousa.

Cromoterapia e design, letto Elleboro

Di TM Italia Cucine, Miuccia by ruadelpapavero si fa notare per gli accostamenti di materiali e di cromie decise, proponendo una ricca gamma colori. Preziosi dettagli rame-rosato caldo e piani di lavoro e schienali in marmo bianco Volakas.

Cromoterapia e design, cucina Miuccia by ruadelpapavero

In apertura i piatti da portata New Bone China Peggy, della collezione primavera 2021 Coincasa. Photo courtesy © Coincasa

Commenti

commenti

1 Comment